Dopo essere stato eletto “direttore sportivo dell’anno” dagli utenti di TuttoMercatoWeb, il DS della Lazio, Igli Tare, è intervenuto ai microfoni di TMWRadio.com:




“Vi ringrazio per la fiducia, condivido questo premio con tutto il gruppo, dall’allenatore ai giocatori fino ai componenti lo staff tecnico, se ho raggiunto questo riconoscimento è solo grazie all’ottimo lavoro della società per cui ne sono molto fiero”.




“Mi auguro solo che tutto vada liscio come l’olio fino al termine della stagione, magari togliendoci qualche grossa soddisfazione. Ho la fortuna di lavorare in un gruppo dove tutti si conoscono benissimo da dodici anni. Con Simone Inzaghi ci ho prima giocato insieme e poi abbiamo cominciato un percorso dai settori giovanili con grande successo, lui rispecchia i valori veri di una società, ha acceso un entusiasmo nella nostra gente che non si vedeva da anni, dando alla squadra un gioco coinvolgente”.




“In particolare la capacità di Inzaghi è quella di coinvolgere tutti, ognuno rema dalla stessa parte e in questo è un vero maestro con il suo modo di fare sempre positivo. Sa valorizzare al meglio giocatori come Luis Alberto che fino a pochi mesi fa in pochi conoscevano, ora è entrato nel giro della nazionale spagnola”.




“Per quanto riguarda invece la debacle degli azzurri, penso che su ogni cosa negativa ci sia sempre un risvolto positivo, la vedo in questa maniera. Credo sia arrivato il momento di creare un progetto a lungo termine, non sarà difficile mancare la qualificazione ai prossimi europei che saranno a 24 squadre, dunque la nazionale italiana deve prima risolvere i problemi all’interno della Federazione, poi va scelto con calma un allenatore che possa creare uno zoccolo duro formato da giocatori giovani e di prospettiva, e con questo gruppo puntare ai mondiali del 2022 tra quattro anni, il materiale c’è e va sfruttato bene”.






LASCIA UN COMMENTO