di Fabio BELLI

Un derby amaro per la Lazio che lotta fino all’ultimo secondo ma cede il passo ad una Roma che si conferma quadrata e coriacea. Per un’ora giallorossi sostanzialmente padroni del derby, poi una follia di Manolas permette alla Lazio di tenere il match vivo fino alla fine. La squadra di Inzaghi non delude per impegno, ma gioca forse la sua peggior partita stagionale sotto diversi punti di vista. Il derby d’andata giocato in trasferta resta un tabù che non si infrange da venti anni esatti.




FORMAZIONI – Nessuna sorpresa: la Lazio schiera regolarmente Immobile supportato da Luis Alberto, per il resto la formazione è quella delle ultime vittorie. Così come quella della formazione di Di Francesco, che schiera Strootman a centrocampo e recupera Nainggolan, dopo il malanno fisico lamentato con la Nazionale belga. In attacco, tridente con Perotti, El Shaarawy e Dzeko.

CIRO, QUESTIONE DI CENTIMETRI – Il derby parte col botto, pallone filtrante per Immobile che solo davanti ad Alisson non sbaglia, ma il gol viene annullato per fuorigioco: seppur di poco, il centravanti è partito oltre la linea dei difensori. La Lazio sembra partire bene, aggressiva e vivace negli scambi, ma gli avversari guadagnano campo progressivamente, col passare dei minuti: un colpo di testa di Dzeko scalda i guantoni di Strakosha, la Lazio fatica a ripartire pur chiudendo bene tutti gli spazi.




STRAKOSHA SUPER, LULIC INVISIBILE – Al 20′ prima grande occasione del match, Dzeko schiaccia di testa su cross di Perotti, il pallone finisce davvero d’un soffio a lato. Al 26′ la Lazio risponde con una conclusione di Parolo, da buona posizione, tranquillamente controllata da Alisson. Subito dopo, cross di Marusic dalla destra verso il secondo palo, Immobile irrompe di testa ma colpisce male, alle sue spalle non visto c’era Lulic che avrebbe potuto battere a rete molto più comodamente. Due falli di Lulic e Lucas Leiva costano il giallo ai laziali, l’arbitro Rocchi non usa lo stesso metro di giudizio risparmiando l’ammonizione a De Rossi per un intervento su Milinkovic-Savic. La più grande occasione del primo tempo arriva al 36′ ed è giallorossa: su cross da calcio d’angolo Dzeko trova la girata in area, Strakosha è fenomenale nel tuffarsi e togliere la palla dall’angolino basso. Il primo tempo si chiude così a reti bianche.




MICIDIALE UNO-DUE – Nel secondo tempo, le paure laziali si concretizzano con gli errori di Bastos. L’angolano prima commette un’ingenuità regalando dopo 4′ il rigore per fallo su Kolarov che Perotti trasforma impeccabilmente. 4′ dopo, un suo errore propizia l’azione che permette a Nainggolan di lasciar partire la fucilata che vale il due a zero. Durissimo colpo, Inzaghi prova a riorganizzare la squadra inserendo Nani e Lukaku e togliendo i due ammoniti, Lucas Leiva e Lulic.




IMMOBILE NON BASTA – La Roma prova a gestire e la Lazio riguadagna campo: al 27′ Nani crossa un pallone invitante in area, Manolas la appoggia in angolo ma con un braccio. Serve il VAR, ma il rigore viene assegnato ed è Immobile a trasformare. La Lazio tenta il tutto per tutto ma la Roma gestisce con autorità, mantenendo spesso palla in zona d’attacco e facendo trascorrere minuti preziosi. Nel finale è un diagonale di Parolo la migliore occasione per la Lazio, poi la Roma tiene palla per gran parte dei 6′ di recupero e torna alla vittoria nel derby. La Lazio salva sicuramente l’onore, ma i tifosi sognavano un derby diverso, soprattutto nella prima ora di gioco.




IL TABELLINO

ROMA-LAZIO 2-1

Marcatori: 49′ rig. Perotti (R), 53′ Nainggolan (R), 72′ rig. Immobile (L)

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi (79′ Bruno Peres), Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan (85′ Juan Jesus), De Rossi, Strootman; Perotti, Dzeko, El Shaarawy (72′ Gerson). A disp. Skorupski, Lobont, Moreno, Emerson, Castan, Gonalons, Pellegrini, Under, Defrel. All. Eusebio Di Francesco

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu (77′ Patric); Marusic, Parolo, Leiva (58′ Nani), Milinkovic, Lulic (58′ Lukaku); Luis Alberto; Immobile. A disp. Vargic, Guerrieri, Mauricio, Luiz Felipe, Basta, Murgia, Jordao, Neto, Palombi. All. Simone Inzaghi

ARBITRO: Rocchi (sez. Firenze).

Ass: Di Liberatore-Tonolini. IV: Damato. VAR: Irrati AVAR: Vuoto.

NOTE. Ammoniti: 18′ Lulic (L), 25′ Leiva (L), 55′ Luis Alberto (L), 63′ Nani (L), 67′ Nainggolan (R), 87′ Fazio (R) Recupero: 1′ pt



LASCIA UN COMMENTO