Moreno Torricelli è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio, nella trasmissione Laziali On Air condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli:




L’Italia stasera in campo: riuscirà a far suo il passaggio del turno?Mi viene difficile pensare a un Mondiale senza l’Italia, chiaramente noi sotto il profilo dell’esperienza abbiamo qualcosa più di loro e pur contro una squadra insidiosa come la Svezia, ritengo che i valori usciranno fuori.




I laziali protagonisti della partita saranno Marco Parolo e Ciro Immobile:Ciro è un ragazzo strepitoso, oltre a vedere molto la porta sa contribuire al gioco ed è ormai uno dei leader indiscussi della Lazio. Parolo è preziosissimo,  a volte sembra quasi non si veda in campo ma sa produrre giocate preziosissime e spero sappiano dare il loro contributo anche per la Nazionale.




Quali sono gli aspetti che ti hanno colpito più positivamente della Lazio di Simone Inzaghi?E’ una squadra che sa sempre quello che deve fare, Inzaghi sa lavorare molto bene sotto il profilo del gruppo e questo sta facendo la differenza. All’inizio della stagione nessuno pensava che la Lazio potesse arrivare a questi livelli, vediamo come saprà gestirsi la squadra a livello fisico, alla lunga sarà il fattore che farà la differenza.




La Juventus quest’anno è quasi sottovalutata ma alla fine è sempre lì: da qui alla fine del campionato quali saranno i verdetti in testa?All’inizio la Juventus non è stata snobbata, è semplicemente un augurio di tutte le altre di vederla battuta dopo sei lunghi anni di dominio. Penso che rispetto agli avversari la Juve abbia ancora qualcosa di più soprattutto dal punto di vista della panchina, il Napoli ad esempio è un’ottima squadra ma alla lunga potrebbe pagare, sotto il profilo della brillantezza, il fatto di avere gli uomini un po’ contati. Vedo bene l’Inter che senza le Coppe possono gestirsi al meglio e bisognerà anche fare i conti con le romane, che al momento stanno tenendo il passo di Juventus e Napoli. Da qui alla fine del girone d’andata si capirà di più, anche visti gli scontri diretti che ci saranno, pur tenendo presente che mancherà ancora mezzo campionato alla fine.




Le squadre di club italiane possono arrivare in fondo in Europa?Mi auguro di sì, i successi continentali farebbero molto bene al movimento calcistico italiano: solo vincendo e mettendosi in mostra si possono richiamare investitori e sponsor, creando un livello tecnico superiore. Mi auguro che più squadre possano andare avanti e che il calcio italiano possa dire la sua, considerando la superiorità che mantiene a livello tattico.






LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.