di Alessandro DE CAROLIS 

Tutto facile per le “big” della Serie A in questo turno infrasettimanale della 10° giornata. Nessuna partita di rilievo dove l’impegno più difficile era la trasferta della Lazio a Bologna. Apre l’Inter in casa contro la Sampdoria con una vittoria che sembrava indiscussa nel primo tempo ma sofferta e di misura negli ultimi venti minuti della ripresa. La squadra di mister Spalletti continua a tenere il passo del Napoli candidandosi per un posto in lotta per lo scudetto. Tre punti d’oro per essere primi in classifica in attesa di un passo falso del Napoli a Genova. Passo falso evitato dai partenopei che vincono 3-2 a Marassi contro il Genoa dopo esser andati in svantaggio nei primi minuti. Sarri ritrova un super Mertens, sua la tripletta vincente. Quando il belga è in giornata è inarrestabile. Buona prova comunque per il Genoa andato addirittura vicino al pareggio nei minuti finali con Lapadula. Segnali di crescita per la squadra di mister Juric. A tenere il passo delle prime due ci pensano anche Juventus, Lazio e Roma. I bianconeri travolgono in casa una Spal quasi mai in partita. Un 4-1 secco ma non sufficiente per mister Allegri contrariato a fine partita per l’approccio alla gara dei suoi. I biancoazzurri invece vincono la trasferta insidiosa di Bologna. Al Dall’Ara fa tutto la squadra di mister Inzaghi: nel primo tempo insegna e gioca a calcio, nella ripresa si fa un autogol (con Lulic) e fa avanzare troppo pericolosamente gli avversari. Sono tre punti comunque fondamentali visti i prossimi impegni in campionato. Inzaghi voleva vincerla e infatti ha rinunciato al turnover aspettando magari la partita col Benevento. I giallorossi vincono nuovamente per 1-0 sempre su calcio piazzato. Dopo Kolarov su punizione col Torino, ieri ci ha pensato Perotti su un calcio di rigore molto dubbio. La squadra di mister Di Francesco sembra troppo Dzeko dipendete. Se il bosniaco non c’è oppure non è in giornata i gol non arrivano. In difesa la Roma ha pagato poco l’emergenza infortuni anche grazie agli impegni abbordabili del campionato. Manolas lì dietro è essenziale. Spera in un’ipotetica rimonta anche il Milan dopo la vittoria per 4-1 al Bentegodi contro il Chievo. Tre punti arrivati senza Bonucci in campo (squalificato) e ciò non favorirà le critiche per il capitano rossonero. Montella per ora è salvo grazie a questa vittoria, ma la prossima settimana tutto dipenderà dal delicato test a San Siro contro la Juventus. Vittoria importante anche per la Fiorentina in casa contro il Torino. I granata dimostrano di non saper più vincere dopo esser stati travolti nel derby. La Viola è andata in scioltezza ritrovando il gol di Simeone. Momento delicato per Sinisa Mihajlovic. Nelle altre partite funziona la cura “Lopez” al Cagliari vincente per 2-1 sul Benevento, mentre l’Udinese vince di misura in casa del Sassuolo. Neroverdi sempre più in crisi e nel baratro della classifica. Del Neri può sorridere per tre punti importanti mentre Bucchi dovrà al più presto inventarsi qualcosa per far tornare a vincere il Sassuolo.

LASCIA UN COMMENTO

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.