di Fabio BELLI

Sin troppo bello, sin troppo facile: undicesima vittoria in tredici partite ufficiali per la Lazio, tredici gol in campionato per Ciro Immobile, tanta qualità e una mezz’ora finale di contenimento, forse con Bologna già nella testa. La squadra di Simone Inzaghi non stecca e dopo quello al Nizza rifila un tris al Cagliari, importantissimo non cedere terreno dopo la sbornia di quest’ultima settimana partita con l’impresa in casa della Juventus.




FORMAZIONI – Dopo l’Europa League torna la Lazio A, con De Vrij in difesa, Lucas Leiva come vertice di centrocampo, Marusic a destra e il duo Immobile-Luis Alberto in avanti. Nel Cagliari Diego Lopez, che ha sostituito Rastelli, prova a mischiare le carte, rilancia Joao Pedro come trequartista e Farias in attacco al fianco di Sau, lasciando in panchina Pavoletti.




SOTTO IL SOLE DI CIRONE – Cagliari raccolto e pronto a ripartire sin dai primissimi minuti, ma alla Lazio bastano 7′ per passare. Parolo trova il corridoio per Immobile che viene atterrato dal portiere cagliaritano Crosta: calcio di rigore che lo stesso Ciro trasforma impeccabilmente. Il Cagliari però non cambia atteggiamento e prova sempre a chiudere gli spazi alla Lazio e partire in contropiede. Ci riesce al 20′, quando una conclusione di Ionita finisce tra i piedi di Farias, che non sbaglia davanti a Strakosha. Ma arriva il VAR, per la prima volta in azione all’Olimpico, che rileva il fuorigioco e annulla la rete. La Lazio prova a rimettersi in carreggiata ma il Cagliari è ben coperto. Su cross da calcio d’angolo Immobile manca il raddoppio da due passi, ma lo trova al 41′, sfruttando una perfetta sponda di Marusic su cross dalla sinistra di Lulic. Per il bomber sono 13 in campionato.




LA CHIUDE BASTOS – Nella ripresa stesso copione, inizialmente, e la Lazio al 4′ la chiude realizzando il tris: Immobile guadagna una punizione sulla trequarti che Luis Alberto sfrutta bene pennellando un pallone molto invitante in area, irrompe Bastos che firma il 3-0. La partita di fatto si chiude praticamente qui, Inzaghi inserisce progressivamente Murgia, Luiz Felipe e Caicedo per Lucas Leiva, Radu (applaudito dalla Curva nel giorno del suo compleanno) e Marusic, nel Cagliari traversa di Farias e gol annullato a Pavoletti per netta posizione di fuorigioco, poi ci prova ancora Ionita che trova l’ottima risposta di Strakosha. Risponde la Lazio a 2′ dal 90 con Milinkovic-Savic che per un soffio non mette il pallone sotto il sette. Si chiude dopo 3′ di recupero, 3-0 per la Lazio e biancazzurri a quota 22 in classifica: tenuto il passo della Juve, Napoli primo avvicinato a -3 e Inter seconda a -1.




IL TABELLINO

LAZIO-CAGLIARI 3-0

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu (70′ Luiz Felipe); Marusic (78′ Caicedo), Parolo, Leiva (56′ Murgia), Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. A disp. Vargic, Guerrieri, Patric, Mauricio, Di Gennaro, Jordao, Nani. All. Simone Inzaghi

CAGLIARI (3-5-2): Crosta; Andreolli, Romagna, Pisacane; Dessena (64′ Faragò), Ionita, Barella, Joao Pedro, Padoin (76′ Miangue); Farias, Sau (58′ Pavoletti). A disp. Rafael, Daga, Cabras, Capuano, Cigarini, Ceppitelli, Giannetti. All. Diego Lopez

ARBITRO: Pairetto (sez. Nichelino).

Ass: Mondin-De Meo. IV: Giua. VAR: Pasqua AVAR: Balice.

NOTE. Ammoniti: 29′ Andreolli (C), 30′ Leiva (L), 51′ Dessena (C), 72′ Farias (C), 80′ Pavoletti (C) Recupero: 1′ pt, 3′ st






LASCIA UN COMMENTO