di Alessandro DE CAROLIS 

Lazio – Napoli per risvegliarsi dal torpore di inizio campionato. Test difficile quest’oggi per i ragazzi di mister Bonatti contro il Napoli tra le mura amiche del Fersini. La partita inizia su ritmi piuttosto blandi con palla che ristagna a centrocampo.




La Lazio dimostra però di essere in partita con la giusta cattiveria su ogni pallone. Il match si sblocca al 12’ col gol di Sarac che stoppa uno splendido cross dalla destra di Spizzichino prima di insaccare in rete una sorta di rigore in movimento. Al 14’ viene assegnato un calcio di rigore alla Lazio per fallo di Esposito su Sarac. È proprio il numero 10 biancazzurro ad andare sul dischetto e spiazzare l’estremo difensore partenopeo.




Al 16’ i padroni di casa rischiano addirittura di chiudere la partita con il 3-0 con un pericoloso contropiede tre contro 1. Ma il lancio per Sarac viene intercettato all’ultimo istante in calcio d’angolo da Sainte. È la più bella Lazio di questa stagione fino ad ora, dopo quattro giornate si rivedono la grinta e il bel gioco. Napoli non pervenuto nei primi 20’ della prima frazione con Rus semplice spettatore della partita. il tris arriva al 28’ con la rete di Bari sull’ottima azione di Javorcic sulla sinistra. Il numero 11 si invola dalla sinistra verso il centro seminando il panico nella difesa partenopea. Sul contrasto al limite la palla arriva a Bari che arrivato dalla destra scarica in porta una sassata che piega la mano a Schaeper.




Al 32’ capitan Miceli va vicino al gol del 4-0 con una gran botta al volo in area di collo pieno. Conclusione che sfiora l’incrocio dei pali per questione di centimetri, ottima coordinazione ed esecuzione per il numero 4 laziale. Al 33’ Spizzichino coglie un palo con una conclusione di pura potenza calciando spostato sulla destra. Il poker ormai nell’aria arriva al 35’ sul cross di Miceli dalla sinistra per la testa di Baxevanos. Miceli da vero assist-man ha pennellato una traiettoria tesa e potente impossibile da non correggere in rete per Baxevanos.




Al 42’ c’è gloria anche per Javorcic con la rete del 5-0. Assist dalla sinistra di Petro per il compagno lesto nell’insaccare il pallone. Calcio spumeggiante quest’oggi per la Lazio, a passeggio contro un Napoli mai in partita. Finisce così un primo tempo esaltante per i biancoazzurri. Nella ripresa i ritmi sono molto più statici rispetto alla prima frazione, i padroni di casa gestiscono il risultato e fanno girare palla. Il Napoli non sembra avere idee né energie per rendersi pericoloso dalle parti di Rus. Al 18’ arriva la prima emozione della ripresa con una bellissima azione della Lazio sulla sinistra, palla nel mezzo per Rezzi che libera Javorcic alla conclusione. Botta di destro a giro che si perde sul fondo a poca distanza dallo specchio di porta.




Il fatto che i pericoli maggiori siano sempre nell’area partenopea la dice lunga sul canovaccio della partita. I minuti passano ma la partita non regala più neanche un sussulto. Arriva il triplice fischio finale. La Lazio vince 5-0 sul Napoli e si rilancia in classifica con la prima vittoria stagionale. Crisi finita per mister Bonatti e i suoi ragazzi che vincono e convincono quest’oggi in tutto e per tutto.




IL TABELLINO

LAZIO-NAPOLI 5-0

MARCATORI: 12′, 15′ rig. Sarac (L), 28′ Bari (L), 35′ Baxevanos (L), 42′ Javorcic (L)

LAZIO (4-4-2): Rus; Spizzichino (75′ Zitelli), Kalaj, Baxevanos, Petro; Bari, Miceli (82′ Battistoni), Marchesi, Javorcic; Rezzi, Sarac (57’Fidanza) A disp. Alia, Boateng, Aliaj, Falbo, Spurio, Paglia, Peguiron, Del Signore All. Andrea Bonatti

NAPOLI (4-3-3): Schaeper; Schiavi, Marie Sainte, Esposito, Scarf; Abdallah, Otranto, Gaetano; Mezzoni, Russo (56′ Sgarbi), Zerbin (62’Palmieri) A disp. D’Andrea, Senese, Bartimoro, Coglitore, Energe, Marino, Pirone All. Giampaolo Saurini

ARBITRO: Massimi (sez. Termoli) Ass. Berti-Massara.

NOTE: AMMONITI: 18′ Sarac (L), 18′ Schiavi (N), 25′ Marie Sainte (N), 30′ Miceli (L) ESPULSI: 66′ Abdallah (N)






LASCIA UN COMMENTO