di Fabio BELLI

L’euforia dell’impresa nel doppio derby di Coppa Italia lascia per la Lazio strascichi importanti in vista della successiva sfida di campionato contro il Napoli. I partenopei terzi sono lontani solo quattro lunghezze, e una vittoria rimetterebbe clamorosamente la Lazio in carreggiata per la Champions League. Ma ci sono tante defezioni in cabina di regia, a partire da Biglia sostituito da Alessandro Murgia.




La Lazio non parte male, ma il Napoli sfrutta al meglio le lacune difensive biancazzurre passando con Callejon. Poi arriva la doppietta di Insigne nella ripresa a chiudere definitivamente i conti, nonostante sullo 0-2 la Lazio abbia due grandi opportunità per riaprire il match con Keita prima e con Patric poi. La Lazio dice addio ai residui di sogni Champions ma saluta comunque tra gli applausi il pubblico, chiamata a chiudere in fretta per la qualificazione in Europa League dopo un anno di assenza dalle Coppe Europee.









LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.