di Fabio BELLI

Le pagelle biancazzurre nella finale di Supercoppa Italiana:




Strakosha 8 Tre parate a inizio partita, salvano di fatto la partita: con la Juventus subito avanti, sarebbe stato il solito film.




Wallace 7 Cresce alla distanza e si distingue con un paio di anticipi limpidi, anche se nel primo tempo si concede qualcuna delle sue solite distrazioni.




De Vrij 7.5 Considerato “rotto” per tutta l’estate, si conferma il leader totale di questa difesa. Da applausi un suo anticipo in scivolata su Dybala.




Radu 7 Partita di grande qualità, eccellente addirittura il primo tempo. Nel finale sconta un po’ la confusione generale, ma come potrebbe essere altrimenti?




Basta 7 Inizio un po’ timido, poi diventa preziosissimo soprattutto in fase di copertura. (dal 29’st Marusic 5.5 Protesta molto per l’intervento che costa il rigore per la Juventus, ma a non convincere è il suo approccio alla partita, paga forse l’effetto novità.)




Parolo 8 Gara straordinaria, per intensità, valore, grinta e per lo straordinario pallone pennellato sulla testa di Immobile. Da tempo non forniva una prestazione di questo livello.




Lucas Leiva 7.5 Grande qualità, ha mestiere ed esperienza e si vede quando manda per le terre Cuadrado. Infaticabile rubapalloni, riesce a far girare il pallone con grande velocità. Primo esame superato a pieni voti. (dal 35’st Murgia 10: Mettiamola così: dovrà parlare continuamente di questo gol anche dopo la fine della sua carriera. Piccolo particolare, ha appena iniziato. Per sempre grazie.)




Luis Alberto 7 Primo tempo di grande sostanza, lo spagnolo già durante la preparazione si era proposto come potenziale sorpresa stagionale. Dopo l’ora di gioco cala un po’, è sicuramente quello coi piedi migliori e questo ormai è consolidato. Fa correre il pallone dove non arriva con le gambe.




Lulic 8 La fascia di Capitano sembra regalargli una marcia in più. Grinta, cuore e volontà, oltre a chilometri sulla fascia: alza la sua seconda Coppa al cielo dopo quella del 26 maggio che aveva portato la sua firma. (dal 29’st Lukaku 8: Inzaghi lo inserisce per sfruttare gli spazi con la Juventus protesa in avanti: trova la giocata decisiva, mandando in pit-lane De Sciglio, proprio quando i bianconeri avevano pareggiato. Giocata stre-pi-to-sa.)




Milinkovic-Savic 8.5 Dispensa numeri e magie incredibili, dopo un quarto d’ora in cui aveva avuto bisogno di carburare. Anche stavolta si sprecheranno i replay, lancia Immobile per l’uno a zero e combatte su ogni pallone fino alla fine, anche quando comincia a non averne più.




Immobile 9 Straordinario, si carica da solo sulle spalle il peso dell’attacco, il secondo gol è da antologia del calcio. Ma è la prestazione a impressionare, la sua determinazione e la voglia di non cedere mai, su nessun pallone. E’ l’oro di questa Lazio.




L’all. Simone Inzaghi 9 E’ per l’ennesima volta la sua vittoria, come tante volte era accaduto nella scorsa stagione. La responsabilità di tenere fuori Keita è stata enorme, i coccodrilli già facevano il giro del fossato, ma dalla torre del castello gli ha lanciato solo qualche ossicino da sbriciolare. Partita perfetta dei suoi, se Dybala non avesse centrato una super-punizione avrebbe vinto in scioltezza. Invece è stata in tutto e per tutto una vittoria da Lazio, ancora più bella.




LASCIA UN COMMENTO