Miro Klose ambasciatore del calcio tedesco. Il prestigioso riconoscimento è stato conferito all’ex centravanti della Lazio dal ministro degli Esteri in Germania, Sigmund Gabriel. Ai microfoni del sito dw.com, Klose ha parlato di cosa significa per lui diventare ufficialmente simbolo del calcio tedesco nel mondo:




“I cinque anni in Italia e le esperienze con la Nazionale mi hanno permesso di rappresentare la Germania in giro per il mondo, e sono felice di aver sempre onorato i valori di lealtà e onestà che i campioni del mondo del 1954 come Fritz Walter, Ottmar Walter e Horst Eckel, che incontravo spesso a Kaiserslautern, mi hanno trasmesso.”




“Ricordo quando realizzai un gol di mano a Napoli: mi accorsi di aver colpito il pallone con il braccio e l’ho riconosciuto subito con l’arbitro, che annullò la rete. Questo gesto è sempre stato enormemente apprezzato, ed anch’io ho avuto modo di apprezzare il modo di vivere in Italia. Mi hanno trasmesso un po’ della loro calma, mi hanno ammorbidito positivamente. Nella mia carriera sono arrivato solo una volta in ritardo in 17 anni, ma era un giorno in cui avevano chiuso l’autostrada per cui non aveva responsabilità. Ho imparato dall’Italia e ho cercato di trasmettere i miei valori e questa è stata un’esperienza straordinaria. Solo una cosa non sono riuscito a insegnare ai compagni di squadra: la puntualità!”




LASCIA UN COMMENTO