Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dallo Stadio Olimpico al termine di Juventus-Lazio.




“Se la palla di Keita, dopo 5 minuti, fosse entrata invece di andare sul palo, la gara sarebbe andata in un altro modo. Questo il calcio, gli episodi non ci sono stati favorevoli: abbiamo perso comunque contro i numeri uno. I due gol sono stati presi evitabili: dovevamo fare meglio in queste circostanze. Abbiamo subito una rete da palla inattiva e ci dispiace. Potevamo riaprire la gara nella seconda frazione e abbiamo cambiato assetto perché quello iniziale non ci era più utile. Siamo stati un po’ imprecisi, questa sconfitta era nel destino. Abbiamo perso a Firenze anche due giocatori molto importanti. La finale è stata centrata con pieno merito, ci aspettava un’impresa quest’oggi ma onore a questo gruppo ed un grazie ai tifosi che hanno fatto una coreografia pazzesca. Ci dispiace non aver regalato loro questa gioia; abbiamo comunque raggiunto la finale e l’Europa League, ciò ci rende molto orgogliosi.




Dal momento in cui ho perso Parolo, avrei messo in campo Lukaku a fare il quinto di centrocampo con Lulic come mezz’ala. A Firenze si sono infortunati sia Parolo che Lukaku, ma questo è il calcio. Il centrocampista italiano aveva buone sensazioni durante il riscaldamento e pensavamo che il problema si fosse sciolto, ha provato fino all’ultimo ad essere in partita: onore a lui, non voleva mancare. Quest’anno una delle cose più belle che abbiamo fatto è stata riportare la gente al nostro fianco. Nelle ultime due gare di campionato abbiamo visto circa 50 mila spettatori allo Stadio e questo è frutto del nostro lavoro. La mia più grande soddisfazione è proprio questa: aver riportato la gente della Lazio allo Stadio. Sappiamo che sono al nostro fianco, sono stati loro il migliore in campo questa sera. Volevamo regalargli questa Coppa. Gli episodi non sono stati dalla nostra parte e non siamo riusciti nell’impresa.




Dopo aver preso il gol ci saremmo potuti disunire, ma abbiamo avuto comunque un buon approccio. Siamo contenti di aver perso la finale contro la Juve che è la finalista di Champions. Ho un po’ d’amarezza, perché gli episodi non sono stati dalla nostra parte. De Vrij non stava bene, ha sentito il tendine indurirsi e non riusciva più a scattare. Ho scelto Luis Alberto per mettere in campo un 4-2-3-1”.

Al termine della finale di TIM Cup, il centrocampista biancoceleste Senad Lulic è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.




“L’amarezza c’è ed è giusto che ci sia: abbiamo perso una finale. Da queste sconfitte si impara, ora non dobbiamo uscire a testa bassa, ma rialzarci e pensare alla gara di domenica. Non dobbiamo cercare errori, loro sono stati più bravi sfruttando le occasioni che hanno avuto a differenza nostra. Fino ad oggi abbiamo condotto un grande campionato e dobbiamo andare avanti su questa strada, la stagione non è ancora finita.

Tra tre giorni ci aspetta un’altra partita e vogliamo entrare in Europa. In campionato ci attendono due gare che vorremo chiudere nel migliore dei modi per mantener saldo il quarto posto della classifica. Ognuno di noi deve cercare di dare il meglio a partire da domani. Abbiamo perso una finale, è giusto che ci sia amarezza, ma da domani si deve pensare all’Inter: la stagione non è finita. Sarebbe un errore gravissimo pensarlo. Dobbiamo centrare il nostro obiettivo stagionale blindando il quarto posto.




Non è facile per nessuno recuperare una partita contro al Juventus. Ci siamo alzati un po’ nel secondo tempo e abbiamo fatto molto meglio rispetto alla prima frazione. I due gol hanno pesato molto, ci abbiamo provato fino alla fine ma non ci siamo riusciti”.

Stefan de Vrij, difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky, al termine di Juventus-Lazio.




“Mi dispiace molto per questa sconfitta per la squadra e per tutti i tifosi. Volevamo vincere questa finale, ma sappiamo quanto è forte la Juventus. Ci abbiamo provato, ma i bianconeri sono stati superiori a noi.  

Sono molto deluso. I nostri tifosi sono stati grandissimi, ci hanno sostenuto fino alla fine. Purtroppo non abbiamo dato loro la Coppa; il calcio è così, una squadra vince ed una squadra perde. La Juventus ha giocato con la miglior formazione possibile come noi e abbiamo visto tutte le loro qualità. Sono grandissimi giocatori, a noi è mancata anche un po’ di fortuna. Abbiamo avuto delle occasioni, ma la Juventus ha meritato la vittoria.




La squadra bianconera questa sera è stata superiore a noi, soprattutto nel primo tempo nel quale hanno realizzato due reti. La seconda frazione è stata in equilibrio, ma eravamo già in svantaggio ed era difficile tornare in partita”.

(fonte: sslazio.it)



LASCIA UN COMMENTO