di Alessandro DE CAROLIS

Un test delicato quello di quest’oggi per gli aquilotti di mister Bonatti su un campo caldo come quello di Verona. La partita inizia con ritmi molto blandi di studio reciproco.




Nei primi minuti ci prova Bari a dare una scossa istantanea alla partita sfruttando un errore di Kombulla per presentarsi a tu per tu con Ferrari. Bravo l’estremo difensore in uscita a togliere le castagne dal fuoco. Il Verona si fa sentire in campo grazie a un pressing e a un possesso palla costante nei pressi dell’area avversaria. Al quarto d’ora mancano ancora le emozioni forti, al 16’ Borrelli fa la sua prima parata per sporcare i guantoni su un tiro di Pavan dalla destra. È una partita molto equilibrata ed entrambe le formazioni non vogliono perdere vista l’importanza dei tre punti per la classifica. La partita si sblocca al 29’ quando l’arbitro Marini assegna un calcio di rigore per i padroni di casa per fallo su Buxton. Dal dischetto è Tupta a siglare la rete del vantaggio spiazzando l’incolpevole Borrelli.




Il gol mette benzina nelle gambe dei veronesi con Buxton vicino alla rete del raddoppio dopo appena due minuti. Al 40’ padroni di casa vicini nuovamente al vantaggio con Buxton, ma Borrelli salva tutto in uscita. Ottima azione di Tupta che manda in bambola l’intera difesa biancoazzurra prima di passare il pallone al compagno. L’ultima occasione è sui piedi di N’Diaye ma la sua conclusione finisce tra le braccia di Ferrari. Finisce così la prima frazione che lascia spazio a una ripresa da tutt’altro copione. La Lazio sembra risorta dalle ceneri nell’intervallo, in pieno clima pasquale. Gli ospiti infatti hanno aumentato il possesso palla dalle parti di Ferrari in cerca dell’azione vincente. Sforzi premiati al 61’ quando la Lazio pareggia grazie al suo capitano Alessandro Rossi. Il numero 9 biancoazzurro si libera del diretto avversario e salta Ferrari con un pregevole pallonetto. Una rete che rovescia le sorti dell’incontro.




I gialloblu, da padroni del campo fino a quel momento, vengono ora messi alle corde dagli avversari. La Lazio c’è e preme a ridosso dell’area avversaria. Al 72’ Bari porta il risultato sul 2 a 1 riuscendo a superare l’estremo difensore in uscita. Da segnalare l’ottima azione sul gol di Folorunsho da cui parte il cross per Bari. Al 75’occasionissima per Rossi per chiudere del tutto la partita, prende palla a centrocampo e riparte a tu per tu con Ferrari che salva i suoi e mantiene vive le speranze di rimonta. Verona pericoloso nel finale solo sui calci piazzati, ma dopo cinque minuti di recupero finisce la partita. Una vittoria in rimonta preziosissima con la Lazio ora a un passo dalle Final Eight.




IL TABELLINO

HELLAS VERONA-LAZIO 1-2

MARCATORI: 29′ rig. Tupta (V), 61′ Rossi (L), 74′ Bari (L)

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Ferrari; Pavan, Kumbulla, Casale, Pettinà (Nigretti); Guglielmelli (Jurj), Danzi, Hoxha; Stefanec (Dentale); Tupta, Buxton A disp. Tosi, Dall’Agnola, Baniya, Kyriakopoulos, Cherubin, Gecchele, Forgia All. Massimo Pavanel

LAZIO (4-3-3): Borrelli; Spizzichino, Miceli, Baxevanos, Ceka; Folorunsho, Cardoselli, Bari (Muzzi); Bezziccheri (Portanova), Rossi, N’Diaye (Petro) A disp. Rus, Spurio, Javorcic, Djassi All. Andrea Bonatti

ARBITRO: Marini (sez. Trieste). Ass: Marcolin-Moro

NOTE: AMMONITI: Danzi (V), Jurj (V), Cardoselli (L) REC: 1’pt – 5’st






LEAVE A REPLY