CLICCA QUI PER FIRMARE LA PETIZIONE: LAZIO CAMPIONE D’ITALIA 1914/15

Il direttore editoriale di Laziostory.it, l’avvocato Gian Luca Mignogna, è stato ospite nella trasmissione “La Voce della Nord”, in onda sui 98.100 di RadioSei, per parlare della rivendicazione dello Scudetto 1915 in favore della Lazio dopo la rielezione di Carlo Tavecchio come presidente FIGC, evento che potrebbe preludere ad uno sblocco della decisione in merito:




Chiunque avesse vinto le elezioni,” spiega Mignogna, “avrebbe avuto la nostra attenzione. Siamo grati al presidente Tavecchio, al quale ho rivolto i miei complimenti, che ha accolto l’istanza per il riesame della questione ed istituito la Commissione dei Saggi, ma ovviamente ci saremmo interfacciati anche con Abodi, se avesse vinto, perché la giustizia per i ragazzi del 1915 prescinde da qualunque scenario politico-sportivo. Peraltro nei giorni scorsi avevo già chiarito mediaticamente, a lui come a tutti gli interessati alla vicenda, che ci siamo mossi ora perchè solo ora abbiamo scoperto le carte che la storiografia ufficiale aveva occultato per decenni a danno della Lazio.




Continua il legale: “E’ probabile che nel giro di una trentina giorni si perfezionerà la composizione del nuovo consiglio federale. Tavecchio ha fatto capire che vorrebbe arrivare alla decisione attraverso un passaggio consiliare. L’assegnazione dell’ex aequo in campo calcistico sarebbe una primizia mondiale, pertanto direi che può ritenersi condivisibile arrivarci attraverso una decisione condivisa. D’altronde le procedure straordinarie non sono regolamentate con rigidità, sarà quindi il presidente federale a decidere con quali modalità arrivare alla definizione del riesame. Noi attendiamo che l’istanza depositata circa dieci giorni fa venga accolta per pervenire, eventualmente previo un confronto o un’audizione, alla calendarizzazione dell’iter decisionale. Speriamo tutti che i tempi possano finalmente accorciarsi, ma come detto la nomina dei Consiglieri Federali arriverà in circa un mese, dopodiché si insedierà il prossimo Consiglio Federale, inevitabilmente ci saranno dei tempi burocratici da tener presenti. Una cosa però è certa: sicuramente non vogliamo che la questione diventi ostaggio di questioni politiche all’interno della FIGC. Il nostro appello è rivolto a tutti i laziali, affinché restino attenti e vigili insieme al comitato promotore fin tanto che non verrà ristabilita la verità storica che coinvolse gli eroi del 1915, finchè non sarà resa giustizia alle prove inconfutabili che abbiamo prodotto agli atti federali e fino a quando non sarà stato posto rimedio con l’ex aequo a questa conclamata ingiustizia sportiva.




LASCIA UN COMMENTO