di Fabio BELLI

Ci risiamo. Quando un po’ di sereno inizia a balenare nel cielo biancazzurro, spesso solcato da tante tempeste, parte la gara per portare almeno un po’ di scompiglio e malumore nell’ambiente Lazio.




Soffocato sul nascere un nuovo caso Keita, che forse ormai consapevole dell’eco di ogni sua mossa, si è premurato di postare sui social ogni tipo di foto con baci e abbracci a Milinkovic-Savic, per chiudere ogni tipo di discussione sul breve battibecco avuto a Bologna tra i due calciatori, da ventiquattr’ore è l’imminente passaggio di Stefan De Vrij all’Inter a tenere banco.




Ovviamente, il problema non è certo fare giornalismo o approfondire una notizia o una possibile trattativa di mercato. Sapere da Fabrizio Biasin di Libero che l’interessamento dei nerazzurri all’olandese è comunque più di un’invenzione è sicuramente un servizio utile per il tifoso e il lettore. Il giornalista in questo caso è andato a caccia di conferme e riscontri e li avrebbe trovati, peraltro specificando come a Milano potrebbe tornare Alexis Sanchez dopo le esperienze al Barcellona e all’Arsenal.




Meno facile comprendere quanto scritto ieri dalla Gazzetta dello Sport. In caso di mancato rinnovo, Stefan De Vrij si sarebbe infatti già promesso all’Inter per un ingaggio superiore ai tre milioni di euro l’anno. Non certo una cifra da capogiro, se si pensa che la cifra per la Lazio si aggirerebbe tra i quindici e i venti milioni di euro. Meno di quanto i nerazzurri hanno versato nelle casse biancazzurre per Candreva, meno della metà di quanto sarebbe ragionevole pensare per un difensore della classe, della personalità e della qualità dell’olandese. Ma il problema, come per Candreva un anno fa, sarebbe legato alla scadenza di contratto: se non rinnovasse, l’accordo di De Vrij con la Lazio scadrebbe nel 2018: troppo presto per avanzare richieste economiche eccessive.




Si arriva al colmo però quando nello stesso articolo si parla di un filo conduttore orange e Capitolino che potrebbe legare tutto il mercato dell’Inter. Per il centrocampo i nerazzurri sarebbero infatti interessati a Kevin Strootman, mediano dell’altra squadra della Capitale che, in caso di mancato rinnovo, potrebbe pensare di cambiare aria visto che il suo accordo scade nel… 2018. L’Inter avrebbe già pronta l’offerta per Strootman: QUARANTA MILIONI DI EURO.




Ricapitolando, due giocatori in scadenza nel 2018, incerti se rinnovare o meno con la squadra di appartenenza, per giunta entrambi con una storia clinica piuttosto importante (anzi, più travagliata è stata finora come infortuni l’esperienza del centrocampista…). Offerta per De Vrij: QUINDICI MILIONI DI EURO (ma si può arrivare a venti, eh!). Offerta per Strootman, ripetiamolo insieme: QUARANTA MILIONI DI EURO.




Non si tratta di valutare diversamente quelli che sono comunque due Nazionali olandesi, giocatori di caratura internazionale. De Vrij, da tempo nel mirino di big inglesi come Manchester United o Chelsea, miglior difensore del Mondiale 2014, vede depauperato il suo valore solo dalla scadenza (neanche troppo) imminente del contratto. Peccato che il ragionamento non valga per il suo compagno in orange e dirimpettaio in città, il cui valore sarebbe impennato, dopo tre anni di attività, a ridosso della scadenza di contratto.




Ci risiamo, dunque, come dicevamo all’inizio. Il problema di tante notizie non è la loro sostanza, ma come vengono poste: si esalta e si alimenta positività costantemente da una parte, si fanno serpeggiare preoccupazioni, ansie e malumori dall’altra. Da qui ai prossimi derby sarà un crescendo, in uno scenario che dall’altra parte della città è diventato insostenibile, rispetto alle solite grandi attese della vigilia, dopo i ko dell’ultima settimana. Come al solito, restando compatti, a difendere i laziali ci dovranno pensare i laziali, e nessun altro.




LASCIA UN COMMENTO