di Fabio BELLI

La La… Lazio! Con una prova da Oscar la maledizione derby è spezzata: un due a zero da ricordare, tre anni e mezzo dopo il ventisei maggio la Lazio torna ad aggiudicarsi un derby con la partita perfetta. Undici leoni, con una Roma che pure aveva provato ad aggredire gli avversari, ma si è trovata imbottigliata nel perfetto scacchiere di Inzaghi. Il ritorno è ancora tutto da giocare, ma una serata così la Lazio la sognava da tempo e per il popolo biancazzurro ora è giusto godersela.




FORMAZIONI – Confermate tutte le indiscrezioni della vigilia in casa biancazzurra: davanti a Strakosha difesa a tre con Wallace, Bastos e De Vrij (che torna a giocare un derby dopo quasi due anni). A centrocampo, Parolo, Biglia e Milinkovic-Savic fanno densità a centrocampo, gli esterni sono Basta a destra e Lukaku a sinistra. In avanti, c’è Felipe Anderson in appoggio ad Immobile. Nella Roma c’è il portiere di Coppa, Alisson, con Manolas, Fazio e Rudiger confermatissimi in difesa. A centrocampo Emerson Palmieri e Bruno Peres sono gli esterni e Strootman resta al centro, Paredes e Salah partono titolari a dispetto di De Rossi e Perotti, l’egiziano gioca con l’uomo più temuto, Nainggolan, di supporto a Dzeko.




ROMA AGGRESSIVA, LAZIO COMPATTA – Parte bene la Roma, prima occasione dopo soli 2′: scambio in velocità sulla sinistra tra Nainggolan ed Emerson Palmieri, sul cross di brasiliano Dzeko trova la girata a centro area ed è provvidenziale la deviazione di Wallace che fa finire il pallone in corner. Al 9′ è Strootman a trovare un corridoio centrale per Salah, ma l’uscita di Strakosha è tempestiva. Al 14′ sempre su cross di Emerson Palmieri è Fazio ad arrivare al colpo di testa in area, con la sfera abbrancata agevolmente da Strakosha. La Lazio dalla sua guadagna un paio di calci d’angolo che attraversano pericolosamente l’area giallorossa, ma senza che si concretizzi nulla.




ECCO LA LAZIO – Per vedere la Lazio pericolosa, bisogna aspettare il 21′: cross dalla sinistra ben calibrato da Jordan Lukaku, perfetto stacco di testa di Milinkovic-Savic e Alisson si conferma in stato di grazia, dopo la grande prova europea contro il Villarreal, togliendo dalla porta un gol fatto. Al 25′ il numero uno si ripete su Immobile, smarcato deliziosamente al tiro da un colpo di tacco di Milinkovic-Savic: grande respinta e successiva conclusione di Lukaku che finisce alta. 3′ dopo ottima iniziativa di Immobile che salta in dribbling Rudiger e si accentra, non trovando però lo specchio della porta.




IRROMPE MILINKOVIC – Alla mezz’ora, la Lazio passa: Milinkovic-Savic innesca Felipe Anderson che affonda alla perfezione sulla destra, nel mezzo irrompe il serbo che sorprende la difesa giallorossa e sigla l’uno a zero. Al 32′ la Roma ha immediatamente però l’occasione per il pari: Nainggolan pesca Dkezo che sorprende tutti, il colpo di testa del bosniaco finisce d’un soffio alto. La stessa cosa avviene al 37′, con Paredes che pesca sempre Dzeko in area, il quale brucia De Vrij ma non trova lo specchio della porta. Il primo tempo si chiude senza altri sussulti e senza recupero.




RITMI ALTI – La ripresa parte con una rasoiata dalla lunga distanza di Felipe Anderson al 6′ che esce di poco a lato. La Roma preme ma al 14′ la Lazio trova la ripartenza giusta, Immobile scarica per Parolo che coglie solo l’esterno della rete. Sul capovolgimento di fronte però è la Roma ad andare vicina al pari: Nainggolan innesca Salah che con una gran botta coglie il palo esterno. Primi cambi per i due allenatori: Spalletti chiama più spinta offensiva con Perotti al posto di Paredes, nella Lazio Keita rileva Felipe Anderson.

LA CHIUDE IMMOBILE – La partita si gioca sul filo a centrocampo e la Lazio trova il break giusto al 34′: Keita supera di slancio Emerson Palmieri e Manolas sulla destra e serve un perfetto assist per Immobile, che non può sbagliare e sigla il raddoppio. Il centravanti laziale corre sfrenatamente sotto la Curva Nord, alla ripresa del gioco Inzaghi sostituisce Lukaku con Crecco. Al 36′ Strakosha è miracoloso su una conclusione deviata di Emerson Palmieri. Irrati concede 6′ di recupero, nel frattempo Spalletti inserisce Totti che incrementa il record di derby persi, ma la partita non concede più occasioni. C’è un ritorno tutto da giocare, ma la maledizione derby è stata spezzata con la partita perfetta.




IL TABELLINO

LAZIO – ROMA 2-0

Marcatori: 30′ Milinkovic (L), 78′ Immobile (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Wallace; Basta, Parolo, Biglia, Milinkovic (91′ Murgia), Lukaku (80′ Crecco); Felipe Anderson (67′ Keita), Immobile. A disp. Vargic, Adamonis, Spizzichino, Hoedt, Mohamed, Luis Alberto, Lombardi, Djordjevic. All. Simone Inzaghi

ROMA (3-4-2-1): Alisson; Rudiger, Fazio, Manolas; Peres (86′ Totti), Paredes (63′ Perotti), Strootman, Emerson; Salah (69′ El Shaarawy), Nainggolan; Dzeko. A disp. Szczesny, Lobont, Juan Jesus, Vermaelen, Mario Rui, De Rossi, Grenier, Gerson. All. Luciano Spalletti

Arbitro: Irrati (sez. Pistoia). Ass: Di Fiore-Manganelli. IV: Massa.

NOTE. Ammoniti: 41′ Parolo (L), 72′ Rudiger (R), 76′ Strakosha (L), 93′ Biglia (L) Recupero: 6′ st




LASCIA UN COMMENTO