di Alessandro DE CAROLIS

Scontro al vertice tra Sampdoria e Lazio con in palio il primato del girone. Sono due i punti che separano le due formazioni prima del match, con i biancazzurri meritatamente primi in classifica.




La trasferta su un campo ostico come quello di Genova può dire molto sulle ambizioni dei ragazzi di mister Bonatti. Il primo tempo inizia a ritmi molto blandi, con i primi 5’ che passano con le due formazioni in attenta fase di studio. Il primo brivido arriva al 9’ con Tessiore che sorprende la retroguardia biancoceleste, ma non Adamonis che legge bene l’azione e ci mette una pezza. Al 13’ si rende pericolosa la Lazio con un cross dalla destra di Spizzichino sul quale Portanova cerca la girata vincente. La palla finisce sul fondo per questione di centimetri. Al 20’ a seguito di un calcio d’angolo di Miceli la Sampdoria riparte con un pericoloso contropiede, ma sul cross di Balde (fratello del laziale Keita) arriva l’intervento di Adamonis che blocca in uscita alta.




I padroni di casa si rendono molto pericolosi anche al 21’, con Baumgartner che conclude non trovando lo specchio di porta per un soffio. Ma nel momento migliore della Sampdoria ecco che al 22’ è la Lazio a sbloccare il risultato con Cardoselli: scambio corto con Portanova, prima di avanzare palla a piede e concludere a rete, con Kravikas ch è impotente sulla conclusione. Blucerchiati che cercano subito la reazione al 27’ con la conclusione di Baumgartner, ma Adamonis è attento e devia sul fondo un pallone insidioso. È una Lazio che gioca bene, unita e compatta, anche grazie alla grinta e alle urla di Mister Bonatti. Al 38’ un errore clamoroso dell’arbitro Gariglio riapre la partita. Viene fischiato un calcio di rigore per un inesistente contatto di Cardoselli su Balde. Un errore grave vista la facilità di lettura dell’azione: pallone pieno colpito dal centrocampista laziale. Dal dischetto Cioce realizza l’uno a uno spiazzando Adamonis e scatenando le proteste di un incontenibile Bonatti. Poi più nulla da segnalare fino al duplice fischio dell’intervallo.




La ripresa inizia in maniera statica, come la prima frazione di gioco. Il primo lampo arriva al 53’, quando N’Diaye si invola verso la porta grazie a un ottimo suggerimento di Portanova. La conclusione finisce però sull’esterno della rete. La Sampdoria ci prova al 58’, col solito Baumgartner che tira da fuori area trovando un deciso intervento di Adamonis che blocca e neutralizza. Dopo un pericolo in area laziale, è la Lazio a ripassare in vantaggio al 72’ con Bezziccheri. E’ un gol di rapina sul secondo palo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Un vantaggio assolutamente meritato per i ragazzi di Mister Bonatti.




La Lazio va vicinissima alla terza marcatura con capitan Rossi, che dai trenta metri per poco non sigla un gol da cineteca. La Sampdoria al 79’ e al 81’ si fa pericolosa in area, ma Adamonis neutralizza con efficacia e bravura ogni azione. Il finale è al cardiopalma, con i padroni di casa sbilanciati in avanti alla ricerca del pareggio. Al 88’ pericolosa mischia in area laziale, con l’arbitro Gariglio che fischia un fallo in attacco, mentre al 91’ viene annullato il gol del possibile pareggio doriano per un fuorigioco di Cuomo. In un crescendo d’emozioni, dopo tre minuti di recupero infuocati, arriva il triplice fischio finale ed è festa grande per i biancazzurri. Continuano i numeri da record di Mister Bonatti, che dopo aver raggiunto Inzaghi ora agguanta anche il record di Bollini (otto vittorie consecutive). È una Lazio che continua a volare in campionato portandosi a +5 sulla Samporia, che viceversa scende in terza posizione per effetto della contemporanea vittoria della Fiorentina.




IL TABELLINO

SAMPDORIA-LAZIO 1-2

MARCATORI: 22’ Cardoselli (L), Cioce rig. (S), 72’ Bezziccheri (L)

SAMPDORIA: Kravikas; Amuzie (Tissone), Pastor Carayol, Leverbe, Tomic; Tessiore, Baumgartner, Cioce, Gabbani, Balde, Testa PANCHINA: Cavagnaro, Piccardo, Gilardi, Oliana, Romei, De Nicolo, Criscuolo, Curito, Cuomo ALLENATORE: Francesco Pedone

LAZIO: Adamonis; Spizzichino, Miceli, Petro, Ceka; Bezziccheri, Cardoselli (85’ Rezzi), Bari, N’Diaye (83’ Al Hassan), Portanova, Rossi PANCHINA: Alia, Baxevanos, Spurio, Folorunsho, Javorcic, Muzzi ALLENATORE: Andrea Bonatti

ARBITRO: Gariglio sezione di Pinerolo ASS: Gualtieri – Lattanzi

NOTE: AMMONITI: 67’ Cardoselli (L), 71’ Baldè (S), 87’ Adamonis (L), 90’ Baumgartner (S) ANG: 0-1 REC: 0’pt – 3’st




LASCIA UN COMMENTO