Alla vigilia del match Inter-Lazio, valido per i quarti di finale di TIM Cup, il tecnico biancazzurro Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello.




“La sconfitta di sabato brucia e fa male, ma ieri ho parlato con la squadra. Ho rivisto più volte la partita, ho fatto i complimenti ai ragazzi perché l’impegno c’è stato. Nessuno si è risparmiato, abbiamo registrato numeri molto importanti. Ho detto ai miei che non ci sono alibi, il Chievo l’ha vinta e noi abbiamo contribuito alla loro vittoria. Nei tiri in porta effettuati avremmo dovuto mettere più cattiveria. Non solo noi abbiamo preso due gol nei primi 15 minuti contro la Juventus, è accaduto anche a Milan e Sassuolo. Mi dispiace per sabato perché avremmo potuto migliorare la nostra classifica. La gara contro gli scaligeri è ormai alle spalle, pensiamo all’Inter; ci aspetta una gara importante.




Voglio vedere una partita, a livello d’impegno, disputata come quella contro il Chievo. Servirà, però, molta più cattiveria. Dovremo essere compatti, uniti. Serve un’impresa per vincere al Meazza contro una squadra in salute. Un mese fa una buona prova non bastò per vincere.

Keita è stato convocato, raggiungerà direttamente Milano. Milinkovic ha preso una botta domenica e difficilmente lo vedremo in campo, ma tutto il gruppo sarà a Milano perché avremo bisogno di tutti. Marchetti si è allenato e valuteremo domani le sue condizioni, ha avuto un’influenza.




Abbiamo dimostrato di poter stare tra le prime cinque del campionato con questo organico, dovremo confermarci. Sabato c’è stato un incidente di percorso, ma ora dobbiamo pensare alle prossime gare.

Biglia ha reagito da capitano all’accaduto. Ieri è stato il primo ad arrivare al campo, è un esempio per tutti. Dispiace per quanto è successo, sono cose che non dovrebbero accadere. Ogni tifoso è libero di esprimere il proprio giudizio purché non si vada oltre il lecito. Biglia è stato toccato dal fatto e ha reagito, ma a me preoccupava un’eventuale reazione nel post gara. Domani sarà in campo e sarà il nostro capitano.




Keita sarà provato dal rientro. Milinkovic ha una caviglia gonfia a seguito di un trauma subito nel primo tempo. Saranno entrambi a Milano perché abbiamo bisogno di tutti. Penso che Marchetti giocherà titolare, domani ci alleneremo e se starà bene partirà dall’inizio.

Al di là dell’avversario, la TIM Cup è un nostro obiettivo. Abbiamo fatto un’ottima gara contro il Genoa, in questo modo siamo arrivati ai quarti. Siamo stati sfortunati nel sorteggio perché giocarla in casa sarebbe stato più facile. Dovremo, comunque, disputare la sfida nel migliore dei modi, dovrò scegliere la formazione più adatta perché sabato abbiamo avuto una gara dispendiosa. Farò le mie valutazioni.




Sono orgoglioso dei miei ragazzi e sono contento d’allenare una squadra che sta facendo benissimo. Manca qualche punto, mi dispiace che si venga criticati. Siamo dispiaciuti per la sconfitta, ma abbiamo fatto un’ottima gara. Nessuno si è risparmiato. Non capita spesso di perdere in questo modo, l’ultima volta era capitato a Genova lo scorso anno.

L’Inter sta facendo benissimo, sono pericolosi e sono costruiti per arrivare tra le prime tre. Con l’arrivo di Pioli è migliorata tantissimo, ma noi giocheremo la nostra partita. Lombardi ha preso una brutta botta in allenamento, e non farà parte della gara di domani. Sono escluse lesioni, ma resterà a Roma per prepararsi in vista del match contro il Pescara.




Abbiamo raggiunto 40 punti e abbiamo dietro delle squadre costruite per essere davanti a noi; il vantaggio da queste è stato meritato. Siamo feriti dalla sconfitta contro il Chievo, ma domani dovremo fare l’impresa vincendo a Meazza con tutte le nostre energie e le nostre forze.

Tornerà la difesa a tre quando lo riterrò opportuno. Con quel sistema abbiamo battuto l’Atalanta, e siamo tra le poche formazioni ad aver sconfitto i bergamaschi. Quella vittoria fu frutto di una gara organizzata e ben preparata.

Domani con noi verrà anche Folorusnho perché non sappiamo se recupereremo Milinkovic per il match”.




LASCIA UN COMMENTO