di Daniela BONFA’

Il direttore responsabile di Laziostory.it, Fabio Belli, è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio nella trasmissione Laziali on Air per parlare della vittoria della Lazio contro l’Atalanta.

E’ ora di complimentarsi senza riserve con Simone Inzaghi. Si tratta di un tecnico capace di stupire e soprattutto di prendersi una patata bollente incredibile, dopo che la Lazio si era ritrovata nella tempesta Bielsa. E’ stato tacciato di opportunismo, i laziali devono ringraziare che si sia accollato la squadra in un momento difficilissimo, altro che aziendalista. Ha ricreato un gruppo, questa è la cosa più bella: se ci sono limiti presenti e futuri non sono certo imputabili a lui, se non avesse accettato l’incarico in estate saremmo finiti in mano a qualche tecnico di provincia, senza il polso della situazione.

Prima della Juve c’è il Genoa, di sicuro si sono aperti scenari inaspettati per la classifica. Forse per la Champions quest’anno non basteranno 80 punti, ma proprio per questo la squadra merita un’ulteriore plauso, anche facendo abbastanza bene e reagendo dopo una pessima stagione come quella scorsa, c’era il rischio di scivolare nell’anonimato, ma la squadra ha saputo spingere l’acceleratore a tavoletta. Di sicuro i bianconeri visti a Firenze sono in grado di mettere in discussione qualunque certezza, ma non bisogna dimenticare che in campionato sono reduci da 26 vittorie consecutive allo Stadium. Prima che partano le solite, scontate polemiche, mettiamola così: se la Lazio dovesse vincere e andare a -2 (seppur con una partita in più) dalla Juve, potremmo accusare i romanisti di essersi scansati nel match a dicembre!

 

 

LEAVE A REPLY