Alla vigilia della gara Lazio-Atalanta, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello.

Abbiamo chiuso un ottimo girone d’andata. E’ stato bellissimo, ma ora arriva il difficile. Non saremo più una sorpresa. Fa piacere avere una buona classifica, ma lavoreremo ancora meglio per crescere. Abbiamo perso gare contro grandissime squadre, in qualche occasione abbiamo commesso errori che in seguito abbiamo pagato. Dobbiamo commetterne il meno possibile per mantenere una buona posizione nella graduatoria.

Domani sarà uno scontro diretto. Non siamo alla 5ª o alla 6ª giornata di campionato; entrambe le squadre hanno condotto un ottimo girone d’andata e sarà uno scontro al vertice. L’Atalanta sta molto bene, conosco Gasperini. Ci ho parlato ad Amalfi ed è una persona preparata che ci renderà la vita difficile. Abbiamo preparato bene la sfida e sono fiducioso, voglio un gruppo compatto. Anche coloro che entreranno a gara in corso dovranno dare il proprio contributo come accaduto contro il Crotone.

Luis Alberto ha grandissima qualità. E’ arrivato in un campionato diverso, sono contento che abbia giocato domenica scorsa. Lo abbiamo visto coinvolto e volitivo: ha rincorso anche l’avversario. Ha messo in campo uno spirito positivo e ripartirà titolare domani.

Avevamo due portieri affidabili, la mia scelta è caduta su Marchetti. Berisha ha chiesto di giocare ed è stata presa una scelta che fosse utile per noi e per lui. Ho preparato una partita intensa. I bergamaschi hanno ritmo e sono ben organizzati; hanno dato fastidio a tutte le squadre, ma noi ci siamo preparati al meglio perché sarà una partita decisiva.

Ognuno tira l’acqua al proprio mulino. Sono contento per come stiamo preparando la partita, domani dovremo essere pronti per giocare una sfida di vertice.

Cataldi ha chiesto di poter giocare con continuità. Ha giocato in 11 partite su 19, in cinque da titolare e in sei da subentrato. Non era contento del suo utilizzo, è stata la scelta giusta. E’ un nostro giocatore, disputerà un grande girone di ritorno perché è un professionista, si è sempre allenato al meglio. Ha sempre fatto bene, ma io devo fare delle scelte. A centrocampo ho delle pedine valide, lui tornerà dal prestito più forte di prima.

Domenica siamo stati imprecisi. La fortuna bisogna cercarla, a Milano contro l’Inter abbiamo affrontato un super Handanovic e domenica abbiamo fatto i conti con una grande prestazione di Festa. Io cerco la mole di lavoro e contro Inter e Crotone abbiamo fatto due ottime gare.

Sono contento d’avere dei centrali difensivi affidabili. Ogni settimana scelgo in base all’occorrenza i migliori per la partita. Hoedt non giocava da un po’, ma ha giocato un’ottima sfida domenica scorsa. Si è allenato al meglio e l’ho scelto contro il Crotone. Avremo tre gare in questa settimana e tutti dovranno esser pronti e a disposizione per contribuire alla causa.

Anderson è il nostro valore aggiunto. Ha fatto bene e deve continuare così. Domani tornerà dalla squalifica. Abbiamo provato la difesa a tre, ma potremmo giocare anche con il nostro 4-3-3. Sulla destra potrebbe scambiarsi anche con Milinkovic.

Cataldi ha giocato undici partite e gli sono state strette. Lui ha la capacità per imporsi al Genoa. Avrà più possibilità di giocare con continuità. E’ solo un arrivederci e sono convinto che tornerà più forte; chi gioca nella Lazio deve essere sempre felice. Sono contento d’averlo allenato e quando è stato chiamato in causa ha sempre contribuito al meglio.

Djordjevic negli ultimi tre giorni si è allenato molto bene. E’ concentrato e coinvolto, è pronto per la gara di domani ed oggi, a prescindere da ciò che accadrà, lo convocherò”.

(fonte: sslazio.it)

LASCIA UN COMMENTO