Alla vigilia del match casalingo della Lazio contro il Crotone il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello.




Quando si ricomincia a giocare dopo la sosta si affrontano sempre gare particolari. Stiamo preparando al meglio la partita contro il Crotone, ho chiesto concentrazione e attenzione. La formazione calabrese è in un buon momento ed è reduce da ottime prestazioni. Hanno preparato la sfida a Roma e saranno agguerriti. La squadra mi sta seguendo e sta dando il massimo. Domani avremo tutto da perdere, ma sono fiducioso perché ho visto i miei ragazzi concentrati.




Abbiamo massimo rispetto per il Crotone; dovremo cercare di essere attenti, di tenere alto il livello della concentrazione per vincere il confronto. Sono continuamente in contatto con la Società. Nel mercato ci sono dei tempi da rispettare; dovrà uscire qualche pedina prima di poter effettuare operazioni.




Sto cercando di recuperare Djordjevic per domani, ha avuto una forte influenza e vedremo se oggi lo recupereremo. Dovremo fare qualcosa sul mercato, ma quella di gennaio è una sessione particolare. Il mio primo pensiero è il Crotone, domani dobbiamo riattaccare al meglio la spina.




Domani troverà spazio, a causa di varie squalifiche e assenze, chi ne ha trovato meno finora. Luis Alberto l’ho visto bene come Kishna e Lombardi. Quest’ultimi due conoscevano già l’ambiente. Lo spagnolo, invece, è venuto in quest’ultima stagione e si sta inserendo, non è stato facile per lui. Davanti ha giocatori come Keita e Felipe Anderson dei quali difficilmente mi primo. Domani Luis Alberto avrà la sua occasione, l’ho visto bene. Deciderò con chi partire dopo l’allenamento di quest’oggi.




Penso che convocherò anche Alessandro Rossi. Djordjevic non si è allenato con il gruppo e Rossi si sta allenando bene con noi. Mi aspetto un buon 2017; nel 2016 avremmo potuto fare più di 34 punti, ma sono comunque tantissimi. Questo bottino non deve essere un arrivo, ma un punto di partenza. La nostra gente si aspetta giustamente molto da noi ed ora il mio pensiero va alla sfida di domani.




Sono orgoglioso di essere a capo di questo gruppo che sta lavorando bene. Mancano 20 gare alla fine e dobbiamo cercare di mantenere la nostra classifica. Questo periodo ci ha lasciato l’amaro in bocca dopo la gara contro l’Inter, c’è un po’ di rammarico ma abbiamo voltato pagina. Dobbiamo fare una buona gara contro il Crotone perché anche lo scorso anno si pareggiò al rientro contro il Carpi. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione e la concentrazione.

Keita è un giocatore che ha fatto molto bene, è giovane ed ha ampi margini di crescita. Gli auguro il meglio per la Coppa d’Africa, lo aspettiamo perché può cambiare le gare da un momento all’altro.




Veniamo da 15 giorni di pausa e ho visto la squadra lavorare bene. Anche prima di Capodanno avevamo svolto quattro allenamenti al massimo. In questi giorni, nonostante il freddo, il gruppo ha lavorato bene conscio di dover ripartire al meglio. C’è stata la delusione per la sconfitta contro l’Inter, non meritavamo quel passivo.




Quella di Keita sarà un’assenza pesante anche per il nostro modo di giocare. Avranno lo stesso problema anche altre società. Il senegalese mancherà per 4-5 partite e dovremo sopperire alla sua assenza. Giocheranno calciatori che si sono sempre allenati al meglio e che, a causa anche dell’ottimo rendimento di Felipe Anderson, Immobile e Keita, non hanno trovato spazi. Chi giocherà dovrà sfruttare l’opportunità. Vedremo cosa dirà il campo”.

(fonte: sslazio.it)




LASCIA UN COMMENTO