Nella foto i tifosi laziali in festa al Circo Massimo per lo Scudetto del 2000

Emergono nuovi dati sul riparto percentuale delle tifoserie in Italia. Li riportiamo limitandoci a segnalarli, senza entrare nel merito della loro attendibilità.




La squadra con più tifosi in Italia è la Juventus, ma quella con il miglior ritmo di crescita è il Napoli: negli ultimi cinque anni nessuno ha fatto bene come i partenopei, almeno come crescita percentuale della propria fanbase. È quanto emerge dalla ricerca ‘Sport Fans’, realizzata a partire dal 2004 da StageUp e Ipsos sull’universo 14-64 anni. I fan azzurri sono passati da 1.809.000 nel 2011 a 2.910.000 nel 2016, con un incremento del 61%.




A fissare il primato della squadra di Aurelio De Laurentiis sono gli ottimi risultati raggiunti in questi campionati, culminati con la qualificazione agli ottavi di Champions League nell’annata in corso. Alle spalle dei partenopei, in termini di crescita percentuale, seguono il Bologna (211.000 tifosi nel 2011 e 334.000 nel 2016, +58%) e la Lazio (passata da 425.000 a 622.000 tifosi, +46%).

La squadra in assoluto più amata dagli italiani come detto è la Juventus, con 8.316.000 tifosi sparsi davvero in tutta Italia. Secondo tale ricerca, al termine della stagione 2015/16, la Juventus è seguita da Milan (4.201.000), Inter (3.934.000), Napoli (2.910.000) e Roma (1.906.000).

Il bacino del tifo bianconero si conferma nazionale con appena il 13% dei tifosi che risiede in Piemonte, il 17% nel Nordest, il 14% al Centro e addirittura il 40% al Sud e sulle Isole.

La Roma capeggia invece la classifica delle seconde squadre: è il team verso cui maggiormente si orientano le simpatie dei tifosi, dopo la propria squadra del cuore. In questa singolare graduatoria i giallorossi sono in testa con 3.405.000 preferenze (di cui il 55% donne), seguiti dalla Juventus (3.081.000), dal Milan (2.637.000), dal Napoli (2.601.000) e dall’Inter (2.572.000).




I tifosi della Roma sono anche quelli che spendono di più per vedere in tv la loro squadra: il 54% dei romanisti possiede almeno un pacchetto televisivo a pagamento, seguiti dai fan del Bologna (48%) e dell’Atalanta (47%).

Per quel che ci riguarda più da vicino, peraltro, non possiamo non osservare come, secondo la predetta ricerca, il rapporto tra romanisti e laziali resti solo di 3 a 1… Non di più, come qualcuno artatamente vorrebbe far credere. Se questo è il rapporto percentuale, tuttavia, allora si deve anche concludere che i laziali in proporzione vanno più allo stadio rispetto ai cugini d’oltretevere, perchè nell’ultima stagione, nonostante tutto, la media delle presenze casalinghe della Lazio è stata di circa 21.000 spettatori, rispetto ai circa 35.000 di parte giallorossa.




Anche in questo caso… Nonostante tutto! Nonostante la spaccatura creatasi nel cuore della tifoseria biancazzurra, nonostante le contestazioni societarie e nonostante media e poteri forti “spingano” sempre a senso unico. Non certo a favore della prima squadra della capitale…




LASCIA UN COMMENTO