di Fabio BELLI

Non ha mancato di far discutere l’articolo con il quale si eccepiva l’omissione, da parte dello storico Almanacco Panini, della conquista da parte della Lazio del titolo di Campione dell’Italia Centrale nel Campionato 1914/15. Una vittoria inconfutabile, qualunque sia il punto di vista e/o l’esito finale della rivendicazione dell’ex aequo dello Scudetto 1915, grazie ai documenti esplicitati attraverso il Dossier Emerotecario Mignogna/Felci depositato agli della FIGC e reso pubblico sul web.




Scorrendo le pagine dell’Almanacco però non mancano altre inesattezze, per le quali la Consulta Biancazzurra aveva già fatto richiesta di rettifica nel Febbraio 2016. Richieste che saranno ora puntualmente reiterate dall’Avv. Gian Luca Mignogna per riuscire finalmente a rendere più aderente alla realtà una storiografia calcistica rivelatasi, sia prima ma soprattutto dopo le ricerche dell’ultimo anno e mezzo, sin troppo matrigna ed infedele nei confronti della storia della Lazio.




Questi, infatti, i numerosi errori riguardo i quali la Consulta Biancazzurra aveva fatto richiesta di rettifica alla casa editrice modenese:

Storia del Genoa (pagina 86). 1914/15: Campione d’Italia (testuale).
L’errore: non viene menzionato che il Girone Finale dell’Italia Settentrionale fu interrotto per cause belliche e che i rossoblu ottennero il tricolore con una (presunta) delibera postbellica della Figc a tutt’oggi irreperibile.




Storia dell’Inter (pagina 90). 1914/15: 1° nel Gruppo E e nel Girone D delle semifinali Alta Italia, 2° nel Girone Finale interrotto causa guerra (testuale).
L’errore: non viene specificato che il Girone Finale era solo quello relativo all’Italia Settentrionale.




Storia della Lazio (pagina 98). 1914/15: 2° nel Girone Laziale del Campionato Italiano, poi sospeso per cause belliche (testuale).
L’errore: non viene riportato che la Lazio fu prima nel Girone Finale dell’Italia Centrale (mentre nella Storia della Roma, a pagina 114, viene puntualmente evidenziato come il Roman, antenato dei giallorossi, fosse secondo nel Girone Finale dell’Italia Centrale) e che la stessa non disputò la finalissima nazionale per l’insorgenza del conflitto mondiale (come viceversa indebitamente indicato nella Storia del Napoli). 
1986/87: 16° nel campionato di Serie B dopo spareggi con Taranto e Campobasso (testuale).
L’errore: non viene riportato che la Lazio fu penalizzata di 9 punti all’inizio della stagione.
Penalizzazione che, invece, viene riportata nel campionato 2005/06, con riguardo ai 30 punti tolti in maniera postuma nell’ambito dell’inchiesta relativa a Calciopoli.




Storia del Milan (pagina 102). 1914/15: 1° nel Gruppo D Alta Italia, 1° nel Girone B delle semifinali, 4° nel Girone Finale (testuale).
L’errore: anche in questo caso non viene specificato che il Girone Finale era solo quello relativo all’Italia Settentrionale.




Storia del Napoli (pagina 106). 1914/15: Internazionale 1° e Naples 2° nel Girone Centro-Sud. Finalissima non disputata a causa della guerra (testuale).
L’errore: si riporta che le due squadre napoletane sarebbero arrivate rispettivamente prima e seconda nel Centro-Sud, mentre le stesse disputarono esclusivamente il solo derby partenopeo d’andata (vinto dall’Internazionale di Napoli), ma poi tuttavia annullato dalla FIGC per irregolarità di tesseramento.




Storia del Torino (pagina 130). 1914/15: 1° nel Gruppo B, 1° nel Girone C semifinali, 2° nel Girone Finale Italia Settentrionale (testuale).
L’errore: si omette la sospensione del campionato per l’insorgenza bellica, con i granata ancora in competizione con il Genoa per il primato settentrionale.




LASCIA UN COMMENTO