Al termine del match contro la squadra rossonera il centravanti della Lazio Primavera Ramon Muzzi è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel, 233 di Sky.




Abbiamo fatto un’ottima partita. Il mister l’ha preparata bene e noi non abbiamo mollato un centimetro, anche sul 0-3 non abbiamo concesso nulla con grande fame.

Basta guardare le prime partite per capire quanto siamo cresciuti. Spiezio è entrato al posto di Dovidio e non è cambiato nulla, facciamo tutti grandi sacrifici.

Io volevo calciare fortemente il rigore. Rossi è il rigorista e il primo lo ha calciato lui. Il secondo penalty me lo sono guadagnato e l’ho calciato. Siamo tutti molto coraggiosi. Il derby è una partita a sé, ci metteremo più grinta del solito.

Ho ancora tanta strada da fare per assomigliare a mio padre. Ci siamo guadagnati questa posizione di classifica e non molleremo nulla nell’arco del campionato”.




Al termine della vittoriosa gara in trasferta contro il Milan, il tecnico biancoceleste Andrea Bonatti ha commentato la sfida ai microfoni di Lazio Style Channel (233 di Sky):

Siamo consapevoli che il percorso intrapreso, con il lavoro e il sacrificio, ci ha portato a raggiungere risultati prestigiosi e una classifica che nemmeno gli inguaribili ottimisti avrebbero immaginato a inizio stagione. Abbiamo quattro giorni per chiudere l’anno al meglio. Faremo di tutto per regalare una gioia al club e ai tifosi nella prossima partita di mercoledì.

Questa di oggi è stata la partita nella quale abbiamo espresso la maggiore maturità. In questa squadra l’individuo si sacrifica per il gruppo e il singolo si esalta. I ragazzi hanno fatto quello che avevo chiesto loro. Psicologicamente potrebbe essere la nostra svolta a livello di continuità.

Il Milan ha grandi qualità tecniche individuali e di gioco. I ragazzi sono cresciuti. Ci godiamo questo processo di crescita ma possiamo fare ancora meglio.

Muzzi titolare? Ne avevo parlato con lui. Hanno la mia stima anche i ragazzi che di partita in partita non indossano le maglie dalla 2 alla 11. Io sono chiamato a fare le scelte, anche se uno parte a gara in corso ha la mia considerazione. Muzzi è sempre subentrato, se non avesse avuto la mia stima non avrebbe collezionato così tante presenze. Oggi sapevo che avrebbe offerto il suo sacrifico in funzione del collettivo. Sono contento per il suo gol, giusto coronamento della prestazione positiva.

Nel caso in cui Dovidio dovesse saltare il derby di Coppa Italia, nonostante il dispiacere per il ragazzo, non mi preoccupo. Il gruppo è ampiamente di mio gradimento, lavora bene. Cristiano è importante per noi. Spiezio, entrato oggi a freddo, ha offerto una grande prestazione. Ero stato criticato per le scelte contro il Latina ma io non conosco la parola turnover.

Essere una grande squadra vuole dire non perdere punti contro le presunte piccole. In passato abbiamo toppato qualcosa: ciò significava per la nostra maturazione non era ancora completa. Ambiamo a qualcosa di prestigioso ma dovremo aspettare le prime 7-8 gare del girone di ritorno per capire fino in fondo le nostre aspirazione. Se miglioriamo nel gioco e saremo più solidi difensivamente, potremo cambiare prospettiva”.

(fonte sslazio.it)




LASCIA UN COMMENTO