Al termine del match vinto contro la Sampdoria, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dallo stadio Luigi Ferraris di Genova.




Non abbiamo sofferto, abbiamo fatto la miglior partita stagionale giocando contro una squadra che aveva perso in casa solo contro il Milan. Non ricordo parate di Strakosha, escludendo quella sulla punizione di Quagliarella, e parate di Marchetti. Non era semplice vincere perché sappiamo cosa voglia dire perdere un derby a Roma. Abbiamo analizzato gli errori commessi nella stracittadina e abbiamo preparato bene una gara difficile, vincendo meritatamente.




Arrivando a Marassi ho pensato alla sfida dello scorso anno. I miei ragazzi sono stati encomiabili. Marchetti ha sentito tirare il flessore e dovrà fare degli esami. Biglia ha preso una botta sulla tibia e Parolo, invece, sarà squalificato perché era diffidato ed è stato ammonito.




Per noi era vitale la gara di stasera. Sapevamo che dopo questa sfida avremmo incontrato Fiorentina e Inter in tre giorni. Dovevamo per forza vincere, anche se sapevamo che sarebbe stato difficile. Per 60 minuti la Lazio ha fatto una grandissima partita.




Keita non si era allenato nei primi due giorni ma ha fatto di tutto per recuperare. Ho optato per un’altra scelta, ma è stato un piacere vederlo rincorrere gli avversari. Ho fatto i complimenti ad Immobile perché è stato molto utile alla squadra. Un centravanti deve preoccuparsi quando non ha occasioni nel corso del match. Anche io ho sbagliato tanti gol in carriera. Ciro oggi ci ha dato una mano a farci salire. Spende molto e può essere poco lucido in zona gol, ma già si era portato avanti il compito in passato”.

(fonte: sslazio.it)




LEAVE A REPLY