di Alessandro DE CAROLIS (foto © Giandomenico SALE)

Primavera, Lazio-Hellas Verona 2-1: le pagelle dei biancazzurri.




Adamonis 6.5: Non può nulla sul rigore di Stefanec. Nella ripresa salva il risultato su Buxton con un miracolo. Parata determinante visto che è precedente al pareggio di Rossi.

Spizzichino 6: Primo tempo in affanno, poco propositivo. Nella ripresa spinge di più creando superiorità. Attento nelle coperture.




Ceka 6: Anche lui è carente nel primo tempo ma risorge nella ripresa dando il suo contributo sulla fascia. Attento e preciso nei contrasti.

Miceli 6: Poche sbavature lì dietro, sempre attento a leggere le manovre avversarie. Lesto negli anticipi. Una garanzia.

Dovizio 6: Lì dietro con Miceli forma un vero muro davanti ad Adamonis. Nella ripresa alza il livello della sua prestazione con chiusure importanti.




Bari 7: A centrocampo detta legge recuperando palloni su palloni. Non disdegna di farsi vedere in fase di conclusione. Prova di sostanza e qualità. Sfortunato in due occasioni a non trovare il gol.

Portanova 7: Solita partita eccellente. Il gol del pareggio nasce da un suo lancio per Bezziccheri.

Folorunsho 6: Causa il rigore del momentaneo vantaggio veronese. Si rifà durante la partita con la sua presenza a centrocampo. Presente sia in fase difensiva che offensiva. Una certezza.




Rossi 8: Il diamante allo stato grezzo della Lazio. Pareggia con una bella conclusione al volo e sigla il definitivo 2 a 1 praticamente da solo. Intelligente nel pressare alto e lesto nel rubare palla a Kumbulla. Lucido e freddo davanti a Vencato. Un giocatore di un’altra categoria.

Bezziccheri 7: Una buona partita quella del numero 10 biancazzurro. La ciliegina sulla torta è il cross al volo per Rossi per il pareggio. Una magia per la bellezza e la difficoltà del gesto.




Rezzi 6.5: Non sfigura di certo il numero 11 visto che è sempre una spina nel fianco per la difesa avversaria. Si fa notare soprattutto nelle riparte come al 25’ del primo tempo quando da centrocampo salta di netto due uomini prima di esser chiuso in fallo laterale.

All. Bonatti 6.5: Elogi ed applausi per una ripresa veramente brillante. L’unico neo della sua Lazio è di regalare molto spesso un tempo agli avversari. Il primo tempo con la Fiorentina o il secondo con il Latina ne sono la testimonianza. Oggi ha saputo spronare e ribaltare il risultato con un secondo tempo quasi perfetto. Ma il suo è un gruppo che ha molta qualità e la mano del mister si vede sempre più col passare delle giornate.




LEAVE A REPLY