Alla vigilia della sfida contro la Sampdoria, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa dal Centro Sportivo di Formello.

Mi dispiace tantissimo per i nostri tifosi che so quanto tenessero al derby. E’ arrivata una sconfitta per nostri demeriti, abbiamo favorito la Roma con errori individuali. Ho visto gli episodi e mi sono fatto delle domande: sono stati netti e hanno indirizzato la gara.

Dobbiamo rialzare la testa, l’ho chiesto ai ragazzi. La stracittadina è stata una partita particolare che potrebbe lasciare strascichi. La squadra ha capito che abbiamo commesso degli errori. Dovevamo capire dove avevamo sbagliato, ma già da mercoledì abbiamo iniziato a pensare alla partita di domani. Affronteremo una squadra, la Sampdoria, in salute ed organizzata. Dobbiamo fare un’ottima gara per prendere i tre punti al Ferraris.

Mi dispiace tantissimo per come è andato il derby. La nostra gente ci ha sostenuto molto. Abbiamo 28 punti e nessuno se lo sarebbe aspettato dopo 15 giornate. Ci speravo. Ci aspettano tre partite delicate e difficili, dovremo farle nel migliore dei modi.

Gli episodi hanno influenzato il derby, parlo dell’ammonizione di Biglia, che nella prima mezz’ora stava facendo benissimo, e del rigore inizialmente concesso; l’argentino non è più stato quello dei primi minuti dopo la sanzione. Strootman è stato ammonito, doveva essere espulso, poi nell’azione seguente gli è rimbalzato il pallone sul braccio e l’arbitro non ha fischiato. Chiediamo più attenzione, ma questo non deve essere un alibi. Il derby lo abbiamo perso per errori nostri, ma ci sono stati degli episodi che hanno indirizzato la gara a nostro sfavore. Avremmo potuto pareggiare con quel rigore e la partita sarebbe cambiata. Mi è stato tolto un cambio, Cataldi, quando doveva essere espulso Strootman: le colpe per aver perso, però, sono nostre.

Marchetti sta bene ed è il nostro portiere titolare.

Nel derby abbiamo giocato bene per 60 minuti senza concedere un tiro alla Roma. Abbiamo fatto un’ottima gara. Dopo il primo gol mi sarei aspettato una reazione, mancava ancora mezz’ora. Una squadra come la nostra ha il dovere di fare qualcosa. Altre volte siamo andati in svantaggio e abbiamo sempre reagito. Sono successi diversi fatti, era una partita importantissima.

Abbiamo il dovere e l’obbligo di rimanere in alto in classifica. Squadre come la Juventus, la Roma e il Napoli sono state costruite per obiettivi diversi dai nostri  Noi abbiamo il compito di mantenere questa classifica. Ho visto i ragazzi concentrati, nonostante la sconfitta bruciante, e faremo una buona gara domani.

Il derby deve essere alle nostre spalle. Il Ferraris sarà caldo e dovremo fare una buona partita.

Ho provato delle alternative. Tutti i ragazzi hanno recuperato bene, tranne Patric, che era in ballottaggio per una maglia da titolare con Basta, ha avuto un problemino nell’ultima parte dell’allenamento di oggi. Non farà parte dei convocati. Keita sta meglio, si è allenato bene negli ultimi due giorni. Ci penserò al suo impiego, deciderò domani.

Lulic e Wallace si sono allenati al meglio e sono pronti per giocare. Contro il Torino abbiamo reagito, avremmo dovuto farlo anche contro la Roma. Ci siamo abbassati e abbiamo subito il contraccolpo. Nonostante nel secondo tempo la Roma fosse entrata in partita, non essendoci state avvisaglie pensavamo di non prendere gol. Avevamo ancora una mezz’ora più il recupero, se quest’ultimo lo avessero dato perché non si è giocato per quattro minuti e sono stati fatti sei cambi.

Domani ci aspetta una partita intensa, loro vengono da un buon periodo e noi dovremo cercare di sviluppare la partita per come l’abbiamo preparata. Abbiamo avuto quattro allenamenti buoni che dovremo mettere in pratica. Ci vorrà intensità in un campo che chiede questa caratteristica”.

(fonte: sslazio.it)

LASCIA UN COMMENTO