Il derby non è una partita come le altre. Neanche nella pallanuoto. La Piscina dei Mosaici del Foro Italico presenta un colpo d’occhio veramente eccezionale, con circa mille spettatori presenti in tribuna. Prima dell’inizio della gara, è stato ricordato con un magnifico tributo Alessandro Bianchi, l’allenatore di pallanuoto scomparso venerdì in un tragico incidente stradale. I due giocatori simbolo, Federico Colosimo per la Lazio e Antonio Vittorioso per la Vis Nova, hanno consegnato un mazzo di fiori alla mamma di Alessandro, con il pubblico in piedi ad applaudire. Il giovane è stato ricordato anche con un minuto di silenzio. Presenti a bordo vasca ad inizio gara anche le sezioni giovanili della Lazio, con i piccoli atleti del nuoto, della pallanuoto e del sincronizzato che hanno accompagnato le prime squadre. I biancocelesti hanno pagato a caro prezzo l’assenza dello squalificato Leporale e hanno iniziato la partita in maniera contratta. La Vis Nova dopo aver allungato inizialmente e nonostante le espulsioni di Pappacena e Delas è riuscita a condurre la gara in porto. Vano il tentativo della Lazio di provare a rientrare nella seconda metà della partita, sempre ad inseguire gli avversari, portandosi più volte sul -2, ma cedendo nel finale, complici anche le uscite per limite di falli di Vitale e Cannella.

Comincia subito in maniera sfortunata la partita per la Lazio con il rigore tirato sulla traversa da Maddaluno. La Vis Nova ne approfitta realizzando tre gol nel primo tempo con Bitadze, Jerkovic e Vittorioso (0-3). Nel secondo, la Lazio prova a reagire con Giorgi, ma arriva subito il gol di Innocenzi (1-4). Nel terzo periodo la partita si accende. Colosimo accorcia le distanze, risponde Vitola, allora Giorgi realizza un gran gol di pallonetto, ma ancora Vitola riporta a + 3 la Vis Nova. Ci pensa Mele a tenere ancora i biancocelesti in partita però Vittorioso chiude il parziale sul 4-7. Nell’ultimo tempo escono per limite di falli Vitale e Cannella e la Lazio non riesce a portare a compimento gli assalti per raddrizzare il match. Jerkovic e due volte Briganti spengono le speranze dei biancocelesti che vanno per l’ultima volta in gol ancora con Giorgi (5-10).

Il giocatore della Lazio Nuoto, Luca Di Rocco: “Nonostante l’assenza di Leporale, ci abbiamo provato. Sapevamo che dovevamo gestire le varie situazioni di difesa e di attacco, ma il nostro avvio è stato tirato. Il Foro italico così pieno ha creato un po’ di tensione, piano piano ci siamo sciolti e abbiamo cominciato a giocare come sappiamo. Abbiamo sorpreso la Vis Nova che non si aspettava una nostra reazione, purtroppo nel finale è subentrata la stanchezza e abbiamo perso di nuovo le distanze. Questa partita mi è piaciuta, siamo in crescita, già con il Torino abbiamo dimostrato carattere. Il gruppo è unito”.

L’allenatore della Lazio, Massimo Tafuro: “Abbiamo provato a combattere. Da questo punto di vista sono soddisfatto, la squadra ha cercato di giocare, purtroppo c’è stato qualche errore di troppo, ma non abbiamo mai mollato. Abbiamo pagato la falsa partenza e subito diversi gol per deconcentrazione. Non si può pretendere di giocare quattro tempi al massimo e in qualche passaggio abbiamo sofferto. Volevo fare un po’ di cambi più nel finale, ma le espulsioni ci hanno penalizzato”.

LA LAZIO IN TV – Grazie alla collaborazione con la Lazio Calcio, la partita tra S.S. Lazio Nuoto e Vis Nova verrà trasmessa in differita su Lazio Style Channel, canale 233 del bouquet di Sky, mercoledì 7 dicembre novembre alle 21.30 e venerdì 9 dicembre alle 21.




IL TABELLINO

SS LAZIO NUOTO-ROMA VIS NOVA PN 5-10

SS LAZIO NUOTO: Correggia, Tulli, Colosimo 1, Ambrosini, Vitale, Di Rocco, Giorgi 3, Cannella, Narciso, De Vena, Maddaluno, Mele 1, Washburn. All. Tafuro

ROMA VIS NOVA PN: Nicosia, Innocenzi 1, Pappacena, Delas, Gianni, Bitadze 1, Jerkovic 2, Vittorioso 2, Vitola 2, Gobbi, Ciotti, Briganti 2, Brandoni. All. Ciocchetti

Arbitri: Gomez e Castagnola

Parziali 0-3, 1-1, 3-3, 1-3

Note: Usciti per limite di falli Vitale e Cannella (L) nel quarto tempo. Espulso Pappacena (VN) per gioco violento nel secondo tempo e Delas (VN) per doppia ammonizione. Superiorità numeriche: Lazio 2/8 + un rigore fallito (traversa) da Maddaluno nel primo tempo, Vis Nova 6/15 + un rigore fallito (parato) da Vittorioso nel secondo tempo. Spettatori 1000 circa. Prima dell’inizio dell’incontro è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Alessandro Bianchi, tecnico delle formazioni giovanili della società Campus Roma Pallanuoto, prematuramente deceduto.




LASCIA UN COMMENTO