di Fabio BELLI

Make Trigoria Great Again“. E’ stato forse questo lo slogan che ha permesso a Donald Trump di diventare a sorpresa il nuovo Presidente degli Stati Uniti?

Dall’altra parte del Tevere sembrano esserne convinti: nella rassegna stampa giornaliera è spuntata una notizia molto curiosa. Anzi, più che una notizia, una statistica: dalle parti di Trigoria non si alza un trofeo al cielo da molto tempo, ma questo potrebbe essere davvero l’anno “bono”. Infatti è stato reso noto come negli ultimi trentacinque anni, ovvero dall’inizio dell’era di Dino Viola presidente in poi, in casa giallorossa si sia vinto solo con i Repubblicani con un Presidente in carica negli Stati Uniti (per la precisione prima con Ronald Reagan e poi con George W. Bush, evidentemente con Bush sr. qualcosa doveva essersi inceppato…).

Roma Donald Trump

Con i Democratici al potere (Bill Clinton dal 1992 al 2000 e Barack Obama dal 2008 ad oggi, prima di cedere nel gennaio prossimo i poteri al nuovo Presidente Eletto) a Trigoria sono rimasti a bocca asciutta. Un accostamento curioso ma ineccepibile: d’altronde, invertendo l’ordine dei fattori, non si può ad esempio non constatare come l’era d’oro dei Chicago Bulls di Michael Jordan sia iniziata nel 1992 proprio in concomitanza con la caduta della Prima Repubblica. Per la serie: “Coincidenze? Io non credo…”




In fondo la proprietà del club non è americana? E allora il resto d’Italia può iniziare a preoccuparsi: a gennai il colpo dei colpi è già pronto, manca solo l’investitura e poi il buon vecchio Donald Trump rimetterà le cose a posto. Forse…




LEAVE A REPLY