di Fabio BELLI

Sui 98.100 di Radio Sei l’avvocato Gian Luca Mignogna è intervenuto nella trasmissione “Quelli che hanno portato il calcio a Roma” per confermare l’annuncio della commemorazione che si svolgerà il prossimo 4 novembre presso il cimitero del Verano e per svelare un’altra fondamentale novità

Sarà una giornata importantissima: non reclamiamo in questa occasione il terzo scudetto, sapendo che la decisione è stata rinviata attendiamo serenamente i tempi tecnici della FIGC. Commemoreremo però quei ragazzi che sono partiti per il fronte senza poter fare ritorno, approfittando della ricorrenza del 4 novembre. Cercando una tomba alla quale portare omaggio abbiamo trovato quella di Giorgio Bompiani, unico giocatore della squadra del 1915 sepolti al Verano come abbiamo rilevato dal libro scritto da LazioWiki. La commemorazione si svolgerà venerdì 4 novembre alle ore 11 presso il Cimitero Monumentale del Verano.

Si tratterà di una commemorazione sobria aperta a tutti coloro che vorranno intervenire. Un momento di grande lazialità: posso annunciare che la Lazio Calcio sarà rappresentata dal Responsabile della Comunicazione Arturo Diaconale, mentre per la Polisportiva Lazio ci sarà il presidente Buccioni o il suo vice Federico Eichberg. Al di là dell’importanza storica dell’evento, sarà bellissimo ritrovare per la prima volta per un evento legato alla lazialità le anime della sezione calcio e della Polisportiva finalmente riunite.




L’avvocato Mignogna è intervenuto anche ai microfoni della trasmissione condotta da Toni Malco (che ha introdotto l’intervento con la Canzone del Piave) su Lazio Style Radio per parlare dell’iniziativa:

Il 4 novembre sarà un’occasione importante per tutti i laziali per vivere un momento di unità. La presenza di Diaconale e della Polisportiva mette insieme anime del mondo biancazzurro che troppo spesso sono rimaste separate. Oltre a questi personaggi in veste ufficiale hanno aderito e saranno presenti anche personaggi come Giancarlo Governi, Stefano Pantano e Pino Wilson, ma chiaramente speriamo che davanti alla tomba di Bompiani ci possa essere una presenza importante. Dovrà essere un sobrio omaggio, senza pensare a forzature riguardo la questione dello scudetto del 1915. Voglio poi ringraziare l’avvocato Pasquale Trane del Centro Studi 9 gennaio millenovecento che ha reperito alcuni volontari che si occuperanno di portare al massimo livello di decoro possibile la tomba di Bompiani. A fine intervento anche Toni Malco ha assicurato in maniera entusiasta la sua presenza.

 

LASCIA UN COMMENTO