Alla vigilia del match casalingo contro il Cagliari, l’allenatore della Lazio Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa da Formello. Queste le dichiarazioni del tecnico biancoceleste:

Non ho mai avuto dubbi sul gruppo. Lo conosco dallo scorso anno, c’è stato qualche problema ma i giocatori mi hanno sempre seguito. In questi primi mesi anche nelle difficoltà che abbiamo avuto anche a livello di infortuni visto che ci mancano giocatori importanti, sono sempre stato fiducioso perché tutti hanno lavorato al meglio. Dobbiamo prepararci al meglio perchè questa settimana è particolare, non sarà facile prepararla a distanza così ravvicinata dall’ultima sfida. Dopo vedrò come hanno recuperato i ragazzi, dovremo fare una partita attenta perché il Cagliari, a parte la sfida contro la Fiorentina che è stata particolare, è un’ottima squadra con ottimi giocatori allenata bene da Rastelli. Dovremo essere compatti ed uniti.

Questa è la mia Lazio, mi piace lo spirito dei ragazzi che entrano in campo, abbiamo dovuto cambiare e quelli che entrano sanno quello che devono fare. Stiamo andando tutti in un’unica direzione. Le ultime due gare non ci hanno premiato. Se continueremo a giocare come a Torino ci toglieremo delle soddisfazioni.

Io non so se sono più coraggioso ma conosco i miei ragazzi della Primavera e questi ragazzi si stanno meritando lo spazio che stanno avendo perché stanno allo stesso livello dei più esperti. Ogni volta prendo delle decisioni.

Patric nelle prime due gare dello scorso anno aveva fatto benissimo. Subì l’espulsione con la Juventus e al contempo rientrarono a disposizione Konko e Basta. Giocò meno, ma dal ritiro sta lavorando molto bene e si sta meritando spazio. E’ tornato bene anche Basta e oggi valuterò le sue condizioni; domani mattina deciderò chi far giocare.

Milinkovic dobbiamo aspettarlo nella rifinitura, vedremo le sue sensazioni e parleremo con lo staff. Per noi è importante ed era in un bellissimo momento, vedremo dopo. Biglia si sta muovendo con il gruppo e sta meglio, domani non ci sarà e vediamo se ci sarà domenica. Dovevano essere 6 settimane previste per il recupero, stiamo alla quarta.

Murgia ha avuto una crescita esponenziale dal ritiro ad oggi. Lavora sempre bene e si è fatto apprezzare da tutto il gruppo, ha ottime doti e fa entrambe le fasi molto bene. Troverà molto spazio e sono contento per il suo primo gol in Serie A, è l’inizio di tante cose buone.

I ragazzi che sono in prestito sono all’altezza della Lazio: Germoni ad esempio ha fatto il ritiro con noi e lo ho portato anche a Palermo lo scorso anno, se non avesse recuperato Lulic avrebbe giocato. Abbiamo deciso di mandarlo in prestito perché non avrebbe trovato spazio, ora invece è un protagonista in Serie B. Filippini e Palombi si stanno ritagliando il loro spazio. Bisogna aver pazienza con loro, c’è chi deve fare un percorso più lungo e chi come Murgia lo trova da subito.

Hoedt sta facendo bene, si sta ambientando bene. Ha giocato a Bergamo e non ha giocato per 4-5 partite perché ho scelto altri giocatori ma si è sempre allenato bene. Ora si sta ritagliando uno spazio importante, è molto attento e migliora sempre.

Alla squadra sono stati aggregati diversi giovani che si meritano questo spazio che hanno perchè mi mettono in difficoltà negli allenamenti.

Il Cagliari viene da una gara particolare, l’abbiamo rivista e potevano andare sul 2 a 0. Poi hanno preso 5 gol per qualche disattenzione e per bravura della Fiorentina. Sarà una squadra che verrà per fare la partita ma troveranno una Lazio che vorrà vincere davanti al proprio pubblico per recuperare quei punti mancati nelle ultime 2 gare.

Penso che probabilmente oggi ci sarebbe stato anche Mirko Fersini qui perché aveva un futuro importante poi è successo quel che è successo, ma il suo ricordo è sempre vivo. Ci alleniamo sempre al Fersini e allenando i suoi compagni lo ricordo spesso, sarà sempre qui con noi.

Mi aspetto intensità come nelle ultime gare e dovremo essere bravi a fare un’ottima partita prestando attenzione agli avversari che sanno ripartire bene.

Felipe è un giocatore che può fare la differenza in ogni momento della gara, a volte si prende delle pause perché è uno dei calciatori che corre di più. Sono felice per lui anche se non ha ancora segnato, ma ha fatto 2 assist nell’ultima gara e deve stare tranquillo perchè il gol arriverà; deve continuare a far bene in entrambe le fasi come sta facendo perché abbiamo bisogno del suo contributo per fare il salto di qualità”.

(fonte sslazio.it)

LEAVE A REPLY