di Fabio BELLI

3-0 a domicilio al Brescia e secondo posto agganciato: nonostante le tante assenze la Lazio di Bonatti vola e regala una delle migliori prestazioni del suo avvio di stagione. Mezz’ora di gioco a buon livello, il numero uno lituano Adamonis sventa una conclusione ravvicinata di Minessi, poi break di Manolo Portanova, sempre più in crescita in queste ultime partite, e pallone d’oro servito ad Alessandro Rossi che al 36′ timbra il cartellino per la dodicesima volta in questa stagone.

Prima dell’intervallo arriva invece la prima marcatura in assoluto per Al Hassan, bravo a sfruttare un perfetto assist di Rezzi. Il raddoppio subito prima dell’intervallo piega le gambe alla squadra allenata da Luciano Bruni, con la Lazio che chiude definitivamente i conti nella ripresa grazie ad un imperioso stacco di Michael Folorunsho. Ed ora i biancazzurri inseguono l’Hellas Verona capolista a sole tre lunghezze di distanza, e soprattutto si impadroniscono di quel secondo posto che, se confermato ad inizio stagione, significherebbe qualificazione diretta alla final eight scudetto.

IL TABELLINO

BRESCIA-LAZIO 0-3

MARCATORI: 36′ Rossi (L), 45’+1′ Al Hassan (L), 63′ Folorunsho (L)

 

BRESCIA (4-4-1-1): Festa; Licini, Gentili, Mangraviti, Baronio; Minessi (59′ Cariello), Barezzani, Dall’Oglio (56′ Said), Strada (68′ La Rosa); Oaida; De Paoli. A disp. Mandelli, Torri, Zanotti, Paderno, Martinelli, Cariello, La Rosa, Venturelli, Pellegrini, Ferrari, Galante, Said. All. Luciano Bruni

LAZIO (4-3-1-2): Adamonis; Spizzichino, Petro, Miceli, Ceka (22′ Muzzi); Bezziccheri, Portanova (87′ Spiezio), Folorunsho; Rezzi; Rossi, Al Hassan (76′ Ennali).

A disp. Borrelli, Spiezio, Ennali, Cardoselli, Javorcic, Muzzi. All. Andrea Bonatti

Arbitro: Pietropaolo (sez. di Modena)

Ass.: Zambelli-Cavallina

LASCIA UN COMMENTO