di Daniela BONFA’

Il direttore responsabile di Laziostory.it, Fabio Belli, è intervenuto nella trasmissione del venerdì sera di GoldTV, GolDerby, condotta da Augusto Sciscione e Marco Gaviglia per parlare dell’ormai imminente sfida che la Lazio affronterà contro il Torino.

Con il Bologna l’approccio è stato un po’ molle, ma successivamente la Lazio ha fatto strage di palle-gol. La vittoria sarebbe stata meritata ma la mancanza di alternative in panchina, quando sarebbe servito un cambio di passo per ribaltare le sorti del match, è stata più che mai evidente. Peccato perché a tratti la squadra, trascinata da un tridente in grande forma, aveva fatto vedere ottime cose.

Immobile e Keita già in Nazionale avevano dimostrato di essere in grande forma, con Felipe Anderson formano un tridente di lusso ma anche il Toro con Belotti, Iago Falque e Ljajic ha dato spettacolo a Palermo, tanto che Mihajlovic ha affermato che con il suo attaccante serbo disponibile da inizio campionato, ora i granata sarebbero secondi. Sarà una sfida fra tridenti stellari, anche se sarebbe stato meglio se la Lazio non arrivasse alla sfida afflitta da così tanti infortuni.

Senza De Vrij si può dire che la Lazio perde il 50% del suo potenziale, la media punti della squadra si dimezza letteralmente senza l’olandese. D’altronde tutti i difensori che giocano al fianco di De Vrij migliorano il loro rendimento, bisognerà sperare che Wallace e Hoedt tengano botta anche da soli. Per fortuna la società ha investito in difesa, le assenze di De Vrij, Lukaku, Radu e Bastos rappresentano un intero reparto fuori gioco. La Lazio deve cominciare a interrogarsi seriamente sui troppi infortuni: poi il solito pizzico di sfortuna vuole che si facciano male sempre i più forti, Inzaghi può studiare tutte le contromisure possibili, ma si ritrova senza De Vrij e Biglia che sono calciatori imprescindibili per questa squadra.

LEAVE A REPLY