di Fabio BELLI

Il direttore editoriale di Laziostory, Gian Luca Mignogna, è intervenuto sui 98.100 di Radio Sei nella trasmissione Quelli che hanno portato il calcio a Roma per parlare di Scudetto 1915, Lazio ma anche di una nuova importante iniziativa:

Lo Scudetto 1915 non va dimenticato nonostante la fase di stallo, ci mancherebbe. Il prossimo 4 novembre sarà la giornata in cui si festeggia l’armistizio della Grande Guerra, si festeggiano i caduti e ho avuto l’idea di lanciare una commemorazione ai caduti biancazzurri. L’iniziativa ha ottenuto un grande consenso trasversale: sarebbe bello poter ricordare collettivamente i caduti di quella squadra, e nel contempo ricordare che la fiamma di quella rivendicazione è ancora accesissima. Vogliamo per l’ennesima volta radunare tutte le istanze del mondo Lazio, per portare un omaggio ai caduti biancocelesti della Grande Guerra e ricordare che c’è ancora una decisione da prendere su quello Scudetto sospirato ormai da un secolo.

Sarà importante dare spazio a questa idea: parlando di Scudetto 1915 il presidente Tavecchio con le sue ultime frasi ha sgomberato il campo sui dubbi sulle competenze della FIGC in merito. Si dovrà lavorare per concretizzare il parere già positivo della Commissione dei Saggi, pur rispettando ovviamente quelli che saranno i tempi necessari della FIGC che sicuramente opererà per fare giustizia nel massimo della correttezza, considerando le difficoltà di trovarsi di fronte ad un precedente unico nella storia giuridico-sportiva. Ma iniziative come quelle del 4 novembre dovranno servire per mantenere estremamente compatto il fronte laziale per questa fondamentale rivendicazione, oltre che ovviamente rendere un tributo che mai era stato offerto in questo modo ai laziali che hanno sacrificato la loro vita nella Grande Guerra.

 

 

LASCIA UN COMMENTO