di Federico EICHBERG 

Lo avrà visto tante volte Luigi, quel curioso simbolo della città in cui era andato a vivere. Distava, del resto, poche centinaia di metri dal suo luogo di attività, quell’esercizio commerciale dei Bigiarelli Freres che si trovava a Rue de St.Cathrine 6.

Lo avrà visto tante volte il Mannekenpis, minuscola statua di bronzo di un bimbo intento a urinare. Gli avranno raccontato che, ogni tanto, in occasione di visite di Stato di rilievo (la prima era stata quella di Massimiliano Emanuele di Baviera, governatore dei Paesi Bassi più di due secoli prima) questa statua così particolare veniva vestita con un costume tipico del Paese dell’insigne visitatore.

Mai, neanche nel più ardito dei sogni, il nostro Fondatore, Luigi Bigiarelli avrebbe pensato ciò che invece sta per accadere nella realtà. Il 9 gennaio prossimo, 117° anniversario della Società Sportiva Lazio, il Mannekenpisvestirà in biancoceleste, la maglia della amata Lazio. Un privilegio che spetta al protocollo di Stato e, nel caso sportivo, ha riguardato Real Madrid, Barcellona, Anderlecht e poco più. Mai nessun club italiano.

E ci siamo noi.

Perché la città di Bruxelles ha visto le gesta del nostro fondatore e ne accoglie le spoglie, onorate con una Stele biancoceleste che la Società Sportiva Lazio ha fatto predisporre e con una pietra tombale, decorata con l’Aquila e la Croce cristiana.

Perché nella capitale d’Europa ha sede la associazione delle Polisportive Europee fondata e guidata dalla Lazio, che pone il nostro Sodalizio leader di un movimento che va dallo Sporting Lisbona al Levski Sofia, dall’Olympiakos al Bayer Leverkusen, dalla Stella Rossa Belgrado al Ferencvaros di Budapest, dalla Dinamo Bucarest al Wisla Cracovia, fino a quel Racing Club de France che, primo, attraverso un suo associato, portò un pallone da calcio nella sede della Lazio.

Perché a Bruxelles ha sede un Lazio club, riferimento di tanti club all’estero e di tanti atleti di tutte le discipline, tecnici, dirigenti sportivi e sostenitori biancocelesti che vogliono venire ad onorare il Fondatore. E che ha promosso nella capitale d’Europa tante iniziative, dalla Coppa Italia del 2013 presso la Stele, a tanti compleanni indimenticabili con campioni biancocelesti del passato fino ad un torneo di beneficenza con altri club italiani a Bruxelles per portare conforto a chi è nel disagio.

Insomma, un compleanno speciale in una città profondamente ferita dai drammatici eventi del marzo scorso (e dall’oggettiva crisi che sta attraversando l’Unione Europea), ma nella quale le radici biancocelesti sono vive e dalla quale spiccare il volo per un nuovo anno di successi sportivi e di profonda, cristallina e appassionante Lazialità.

IL PROGRAMMA DEL WEEKEND di Giorgio BICOCCHI

Acquacetosa, ore 15 di sabato (ingresso gratuito): la Lazio Rugby affronta il Petrarca Padova, una delle “corazzate” del Campionato Eccellenza. All’esordio biancocelesti sconfitti a Calvisano mentre i veneti hanno offerto, pur battendo Viadana, una prestazione di luci ed ombre: straripanti nella prima frazione, in apnea nella ripresa. Il nostro XV sarà composto da tanti giovani. Giocheremo necessariamente sul ritmo, contando anche sulla precisione nei calci piazzati per cercare di tenere duro. Petrarca logicamente favorito, pero’.

Sabato sera (Palagems di via del Bajardo, ore 20) esordirà nel campionato di Serie A la Lazio Calcio a 5, ospitando il Pescara, una sorta di multinazionale, ricchissima di talento. I biancocelesti confidano negli estri del bomber Paulinho e nel fosforo del Nazionale Giasson per reggere il confronto. Che,pero’, contrapponendo le rose che scenderanno sul parquet, è totalmente sperequato in favore degli abruzzesi.

Il calendario del Calcio a 5 femminile, invece, presenta una bella occasione per la Lazio Calcio a 5 per cogliere la prima vittoria stagionale. Domenica, alle ore 18, a Fiano, le biancocelesti di Chilelli, infatti, incroceranno il Bisceglie. Dopo un pari ed una sconfitta, alla Lazio serve obbligatoriamente un successo per non perdere autostima e, soprattutto, contatto con le piu’ forti del girone, ovvero Olympus, Montesilvano e Real Statte.

La Lazio Pallanuoto prenderà parte, sabato e domenica, ad un bel torneo pre-campionato all’interno della piscina di Albaro, a Genova, sfidando altre tre squadre di Serie A1: i padroni di casa del Quinto, il Torino ’81 e il Bogliasco. La prima semifinale di sabato metterà davanti i biancocelesti ai biancorossi del Quinto, neopromossi in Serie A. Il coach Tafuro chiede progressi e conferme a due settimane dall’esordio – estremamente complicato – in casa della Canottieri Napoli.

Domenica prende il via invece il Campionato dell’Under 19 di Football Americano: i giovani Marines giocheranno a Napoli, ospiti degli 82ers. Gli Under 17 e gli Under 13 della Lazio Badminton saranno protagonisti in un torneo in Campania mentre la Lazio Motociclismo, dopo aver vinto la Coppa Italia al Mugello con il pilota Cloroformio, ha organizzato un raduno sul Monte Argentario.

Sabato infine, presso la sede di Lazio Scacchi si disputa il primo torneo di qualificazione Under 16 alle finali nazionali della prossima estate. Arriva l’autunno e tutte le Sezioni della Lazio, gradualmente, tornano a farci emozionare.

 

LASCIA UN COMMENTO